Bruzzano, alla festa della Lega la Moratti tradotta in lumbàrd

Sarà la prima volta che le capita. Non di essere tradotta in simultanea, ma di sentire le sue parole non in inglese, ma in dialetto lumbàrd. Toccherà al sindaco Letizia Moratti che questa sera a Milano apre la festa provinciale della Lega Nord. Con un dibattito-intervista insieme al collega veronese Flavio Tosi

Bruzzano, alla festa della Lega la Moratti tradotta in lumbàrd

Sarà la prima volta che le capita. Non di essere tradotta in simultanea, ma di sentire le sue parole non in inglese, ma in dialetto lumbàrd. Toccherà al sindaco Letizia Moratti che questa sera a Milano apre la festa provinciale della Lega Nord. Con un dibattito-intervista insieme al collega veronese Flavio Tosi. «Sul palco - anticipa l’eurodeputato Matteo Salvini - ci saranno professori di lingua lombarda che tradurranno tutti i comizi in dialetto». Si parte oggi alle 18 alla Cassina Anna in via Sant'Arnaldo 17 (Bruzzano, autobus 70) con l’intervista-dibattito tra la Moratti e Tosi su sicurezza e immigrati, Expo e infrastrutture. Alle 21 la chitarra in dialetto di Davide Van De Sfroos (ingresso gratis). Domani alle 20,30 i comizi di Umberto Bossi (che a mezzanotte festeggerà il compleanno), del viceministro Roberto Castelli, di Salvini e di Rosi Mauro. A seguire "Serata delle tradizioni lombarde con i gruppi folkloristici "I Sifoi" di Bergamo e i "Sem chì inscì di Varese. Presente il regista del film "Barbarossa" Renzo Martinelli. In programma anche i «Promessi sposi», il teatro e la musica dialettale. Saranno quattro giorni di politica, ma anche di spettacoli (tutti gratuiti), teatro, grande cinema e gastronomia con ristorante e birreria tutte le sere a partire dalle 19 (domenica anche a mezzogiorno su prenotazione). Si chiude domenica con l’elezione di miss Padania Milano.