Fabio Cannavaro compie 50 anni: che fine ha fatto? Ecco i momenti più belli della sua carriera

Una grandissima carriera tra Parma, Juventus e Real Madrid, il Pallone d'oro nel 2006, dopo la straordinaria vittoria dei Mondiali con gli azzurri. Poi le esperienze all'estero in Arabia Saudita e in Cina

Fabio Cannavaro compie 50 anni: che fine ha fatto? Ecco i momenti più belli della sua carriera
00:00 00:00

Fabio Cannavaro, Pallone d'Oro nel 2006, compie oggi 50 anni. L'ex difensore cresciuto nelle giovanili del Napoli nella sua lunga e gloriosa carriera ha vestito le maglie degli azzurri prima e poi di Parma, Juventus, Inter, Real Madrid e Al-Ahli. 695 presenze complessive con i club di appartenenza e 19 reti al suo attivo più la bellezza di 136 gettoni con la maglia della nazionale italiana, di cui è stato anche capitano dal 2002 al 2010, impreziositi da 2 reti. Cannavaro è il secondo giocatore di sempre - come numero di presenze - con la maglia azzurra, battuto solo dal suo grande amico Gigi Buffon. A livello di club però il campano ha vinto meno di quanto avrebbe potuto: una Coppa Uefa con il Parma, due campionati spagnoli e una Supercoppa di Spagna con il Real Madrid più due coppe Italia e una supercoppa italiana sempre con i ducali e uno scudetto, poi revocato e dunque da non annoverare nella sua bacheca personale, con la Juventus nel 2004-2005.

La carriera da allenatore

Una volta appesi gli scarpini al chiodo nel luglio del 2011, a quasi 38 anni, ha poi aspettato un paio di anni prima di cimentarsi come allenatore. Nel 2013-2014, infatti, inizia la sua carriera come vice tecnico dell'Al-Ahli ultimo suo club di appartenenza. Nel 2014-2015 vola in Cina al Guangzhou Evergrande su richiesta del suo grande mentore Marcello Lippi passato poi a essere direttore tecnico del club cinese. Il 4 giugno 2015, con la squadra al primo posto in campionato e ai quarti della Champions asiatica, viene esonerato e sostituito da Luiz Felipe Scolari. Il 26 ottobre dello stesso anno viene ingaggiato dai sauditi dell'Al-Nassr con cui firma un contratto fino a fine stagione e il 12 febbraio 2016 viene esonerato lasciando il club al sesto posto in classifica con 22 punti e con 18 punti di distacco dalla capolista Al-Hilal.

Cannavaro rimane in Cina e nel 2016-2017 approda al Tianjin Quanjian, club militante nella seconda divisione cinese. A fine anno ottiene la prima storica promozione nella Chinese Super League, coronando un'incredibile rimonta visto che quando prese in mano la squadra il club si trovava in dodicesima posizione in classifica con soli 16 punti raccolti. Il 6 novembre 2017, però, si dimette con la risoluzione consensuale dell'accordo e torna al Guangzhou Evergrande al posto di Luiz Felipe Scolari, restandovi fino al 2021.

Il 12 novembre del 2020 ha perso la finale di campionato contro lo Jiangsu Suning e l'anno successivo risolve ancora una volta consensualmente il suo contratto. Il 7 marzo del 2019, inoltre, viene nominato commissario tecnico ad interim della Cina fino alle qualificazioni per il campionato del mondo 2022, mantenendo il suo ruolo al Guangzhou Evergrande.

Il 21 settembre del 2022 il ritorno in Italia, sulla panchina del Benevento, in Serie B, in sostituzione dell'esonerato Fabio Caserta, ma la sua esperienza si conclude nel febbraio del 2023 con un esonero. Attualmente il campione del mondo e Pallone d'Oro nel 2006 è fermo e senza squadra ma c'è da scommettere che a breve tornerà in sella a qualche club italiano o estero.

Gli auguri di Juventus e Parma

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
ilGiornale.it Logo Ricarica