Carla Bruni in tuta da operaia,la statua delle materassaieche fa discutere la Francia

Un sindaco di una banlieue di Parigi vuol costruire un monumento con le fattezze della Première dame. L'opposizione: "Un insulto per le operaie"

Da modella a cantante a Première dame, per Carla Bruni il passo è stato breve. E ora una banlieue parigina potrebbe persino dedicarle una statua. L'idea è di Jacques Martin, sindaco conservatore di Nogent-sur-Marne, che vuole dedicare un monumento alle "plumassieres", le vecchie materassaie del luogo, in gran parte di origine italiana. E a rappresentarle vorrebbe un'operaia con il volto della Bruni.

La moglie di Nicolas Sarkozy, secondo quando ha confermato, è disposta a posare per la scultrice Elisabeth Cibot, ma il suo nome non dovrebbe apparire sulla statua. Questo non ha impedito il sorgere di polemiche, soprattutto perché secondo l’opposizione Martin avrebbe fatto votare i fondi per la statua (oltre 40mila euro) nel 2011 senza però specificare che avrebbe avuto i tratti di Carla Bruni: "È grottesco, è un insulto per le operaie dar loro il volto di una persona ricchissima: non ho nulla contro Carla Bruni-Sarkozy ma non rappresenta certo il mondo operaio", ha commentato il consigliere comunale socialista William Geib.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.