Carro fa festa al discendente più illustre: un mese dedicato a Niccolò Paganini

A Carro nell'alta Val di Vara, nel suggestivo borgo natale dei genitori di Niccolò Paganini, il 5 luglio si alzerà il sipario sul festival dedicato al famoso nonché geniale violinista ligure. La musica tornerà protagonista indiscussa dell'ottava edizione della rassegna, che terminerà il 14 agosto. Undici concerti riempiranno il cartellone e artisti di fama internazionale come Uto Ughi, i Filarmonici di Roma, il Sestetto Stradivari, Pavel Vernikov, Svetlana Makarova e il chitarrista Giampaolo Bandini eseguiranno musiche non solo di Paganini, ma anche di Vivaldi, Mendelsshon, Ravel, Strauss, Brahms. Ieri, in occasione della presentazione del festival a Roma, Ernesto di Marino, vicepresidente della Società di Concerti, ha illustrato il programma. «Siamo orgogliosi - dice - che ad inaugurare il festival il 5 luglio alle ore 21 sia il grande maestro Uto Ughi assieme ai Filarmonici di Roma. Nella suggestiva cornice del Teatro Civico spezzino eseguiranno un vero e proprio omaggio a Paganini». Il direttore artistico Bruno Fiorentini in occasione dell'ottava edizione della rassegna musicale paganiniana presenta una novità: il convegno internazionale «Niccolò Paganini: diabolus in musica» che si terrà a La Spezia da giovedì 16 a sabato 18 luglio nella sala Dante al Centro di arte moderna e contemporanea. All'iniziativa parteciperanno studiosi e musicologi di fama internazionale. «Siamo felici - commenta Giuliano Scipione, assessore al Turismo del comune di Carro - di ospitare questo importante evento musicale. I concerti si svolgeranno nei borghi più incantevoli della Val di Vara, estendendosi anche in Val di Magra e in riviera, che per l'occasione, si trasformeranno in prestigiose ribalte musicali sotto le stelle, anche grazie alla presenza di artisti di fama internazionale. I nostri paesi esalteranno le note suonate da questi grandi maestri grazie al silenzio della natura che farà da palcoscenico unico al festival». Dopo la serata inaugurale con Uto Ughi e i Filarmonici di Roma si dovrà attendere il 18 luglio, data in cui a Carro, sul sagrato della Chiesa di San Lorenzo verranno eseguiti i «Quartetti di Paganini». Domenica 19 invece sarà la volta del duo Mario Trabucco (violino) e Josè Scanu (chitarra) a Varese Ligure; il 21 luglio a Santo Stefano di Magra, località Ponzano, si esibirà la finalista dell'edizione 2008 del Premio Paganini di Genova; il 25 luglio a Rocchetta di Vara, località Suvero, il recital del pianista Roberto Logli ci accompagnerà in un emozionante viaggio attraverso Paganini e il '900; il 29 luglio a Sesta Godano si scoprirà la magia degli strumenti del grande violinista; il 1 agosto ancora a Carro si esibirà il Sestetto Stradivari; l'8 agosto a Beverino la serata sarà dedicata a Felix Mendelssohn nel bicentenario della nascita; il 10 agosto a Nicola di Ortonovo verranno suonati i Quintetti per archi di Haydn e Brahms; il 13 agosto a Bonassola protagonista della serata sarà la chitarra; infine il 14 agosto ancora a Carro si concluderà il festival sulle note di Mozart, Franck, Moszkowski e Schostakovich. «Un servizio navetta da La Spezia accompagnerà gli spettatori nei diversi luoghi dei concerti - aggiunge Di Marino - e per i turisti interessati a godersi un fine settimana in questi splendidi borghi e ad ascoltare buona musica è stata creata la conveniente formula “due al prezzo di uno” per quanto riguarda alberghi, ristoranti, musei, escursioni. Per informazioni 0187.731214 o 0187.21927».
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.