«Columbus Sport Hybrid» il futuro secondo Palumbo

«Columbus Sport Hybrid» il futuro secondo Palumbo

Il Giornale di Bordo lo aveva anticipato nell'edizione del 18 agosto. Ora la serie «Alubrid» è una realtà in avanzata fase di realizzazione, tanto che la nuova linea Sport Hybrid sarà presentata in occasione del prossimo Monaco Yacht Show (19-22 settembre). «Tutto ciò che facciamo - ebbe a dire qualche tempo fa Antonio Palumbo - è il risultato del profondo amore e della grande passione che nutriamo per il nostro lavoro e più in generale per il mare».
Filosofia di un successo. Se i Cantieri navali Palumbo hanno siglato un accordo di collaborazione con l'ingegner Sergio Cutolo per la progettazione e la costruzione della serie «Alubrid», non è un caso. L'accordo è il frutto di una trattativa portata avanti e conclusa al meglio da Giuseppe Palumbo, general manager dell'azienda campana e della divisione delle nuove costruzioni. Il cantiere costruirà questa nuova serie di yacht innovativi e tecnologicamente avanzati nello stabilimento di Napoli. Il nome della nuova linea sarà «Columbus Sport Hybrid» che affianca da oggi la classica flotta «Columbus» con la serie custom. In breve si tratta di yacht interamente alluminio - da 25 a 65 metri - con l'obiettivo di proporre agli armatori un'imbarcazione veloce, sportiva ma allo stesso tempo ecologica, elegante, sofisticata e dotata di tutti i comfort di un megayacht.
Le linee eleganti e aggressive sono disegnate per fondersi perfettamente con l'ambiente ed esaltare il piacere dello yachting di lusso in perfetta armonia con il mare. Tecnologicamente all'avanguardia, la linea custom è altamente ecologica e offre un ambiente unico agli armatori più sensibili nei confronti della natura più in generale.
La propulsione ibrida consta di motori elettrici ausiliari, studiati per minimizzare l'impatto ambientale. Propulsione che prevede un'autonomia di circa 5mila miglia nautiche a seconda della misura dello yacht. Il sistema ibrido della Siemens sarà usato anche sul «Columbus 40M Sport Hybrid», al momento in costruzione nel cantiere di Napoli (consegna prevista per settembre 2013). Tale sistema ibrido consiste nell'utilizzo di due motori elettrici connessi a un riduttore. Ciò consente di avere una navigazione elettrica a una velocità massima di 7,5 nodi sfruttando l'energia prodotta dai generatori e, allo stesso tempo, di produrre nuova energia elettrica quando sono in funzione i motori principali.
Il sistema ibrido inoltre, rivela una particolare utilità durante la navigazione notturna. Questi motori elettrici di nuova generazione, infatti, sono estremamente silenziosi. Inoltre, considerata la veloce risposta, i motori elettrici diventano utilissimi durante le manovre in porto, quindi a motori principali spenti. Caratteristica molto importante del sistema di propulsione ibrida è la produzione di energia in navigazione. Che significa: bassi costi di manutenzione dei generatori e ridotto consumo di carburante.
Sono tre gli yacht attualmente in costruzione nei Cantieri Palumbo: un 40 metri (il primo della serie Sport Hybrid completamente in alluminio, carena semidislocante e prua verticale), un 55 metri e un 65 metri.
I Cantieri Palumbo operano nella cantieristica navale dal 1967. Il fondatore, Salvatore Palumbo, padre di Antonio (attuale presidente), iniziò la propria attività con una piccola azienda di carpenteria e saldatura. Poi negli anni Ottanta i Palumbo cominciarono a occuparsi del refitting. Oggi la società è fortemente specializzata nella riparazione, costruzione, trasformazione, conversione e manutenzione di ogni tipologia di nave nei suoi quattro cantieri navali di Napoli, Messina e Malta con le due strutture Palumbo Malta Shipyard e Palumbo Malta Superyacht. Proprio quest'ultima - acquisita nel 2011 con l'obiettivo di offrire il più completo servizio ai propri clienti - rappresenta l'eccellenza del refitting nel cuore del Mediterraneo.
Nel 1998 i Cantieri hanno ottenuto la certificazione Iso 9001 e nel 2005 la Iso 14000.

Commenti