Costa Concordia, video choc:"Passeggeri soli sulle lance" E Schettino: "Vabbuò!"

<p>Un filmato esclusivo trasmesso dall'edizione serale del Tg5 rivela scene inedite del naufragio della Concordia: <a href="/video/concordia_video_esclusivo_tg5/id=concordia_tg5?" target="_blank"><strong>GUARDA IL VIDEO</strong></a></p>

Costa Concordia. Un'ora dopo lo schianto sugli scogli di fronte all'isola del Giglio. In plancia regna il caos e Francesco Schettino è inerte. Immobile, attacato alla cornetta del telefono, il comandante della nave da crociera non sa proprio che fare.

Le immagine vengono da un video trasmesso in esclusiva dal Tg5, che mostra i momenti, affatto concitati, che seguono lo schianto della Concordia, visti dalla plancia di comando.

"Abbandoniamo la nave. Abbandonare la nave...". Sono le 22,32 di venerdì 13 gennaio. La Concordia è inclinata dopo l'urto sulle Scole. Ma a dare l'ordine di evacuazione non ci ha ancora pensato nessuno. A bordo si attende ancora. Si aspetta che qualcuno, magari il comandante, si prenda la responsabilità di pronunciare quell'"Abbandonate la nave", che qualcuno dia il via all'evacuazione dell'imbarcazione. 

L'equipaggio parlotta, cerca di capire quali siano i danni e se siano risolvibili. Se ci sia un'alternativa alla messa in mare della scialuppe, al trasbordo di tutti i passeggeri. Sono le 22.15. Alle 22.25 Schettino è ancora al telefono, anche se non si capisce con chi. Poi una voce comunica che "i passeggeri stanno entrando da soli nelle lance...". La risposta? "Vabbuo".

Arriva da qualcuno a bordo, forse dallo stesso Francesco Schettino. "Ora devo dare l’emergenza generale", si sente dire, mentre ancora qualcuno vorrebbe aspettare, infine la decisione: "Devo dare l’emergenza generale". Le immagini del video sono ora al vaglio della Procura di Grosseto.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.