Ubriaco e senza patente, straniero falcia e ammazza un 36enne

Ieri sera l'incidente sulla Statale Valnerina. Ventiquattrenne dell'Est Europa fermato dalla polizia: guidava sotto effetto di alcol e nonostante la patente fosse stata revocata

Una delle auto coinvolte nell'incidente

Era rimasto coinvolto in un sinistro stradale alle porte di Terni, in Umbria, nel quale ha perso la vita Manuele Geleazzi, un operaio di 36 anni, papà di una bambina. E dopo esser stato trasportato all'ospedale locale per le cure del caso, è stato sottoposto a fermo dalla polizia di Stato e dalla polizia locale: guidava sotto effetto di alcol, ma nemmeno da sobrio avrebbe potuto mettersi alla guida in quanto la patente gli era stata revocata. Protagonista della vicenda svoltasi nelle scorse ore è un giovane di 24 anni originario dell'Europa dell'Est e residente a Ferentillo, un paese di circa mille abitanti situato nella provincia ternana. Il ragazzo si trova ancora ricoverato presso il nosocomio ternano, ma la sua posizione è ancora al vaglio degli inquirenti impegnati a ricostruire la dinamica dei fatti.

Stando a quanto riportato dall'Ansa, tutto sarebbe iniziato nella serata di ieri con un incidente sulla Statale Valnerina rivelatosi mortale per uno dei due soggetti coinvolti. Nell'urto il trentaseienne Manuel Galeazzi, che guidava una Smart, ha avuto la peggio: l'impatto con l'altro veicolo lo ha sbalzato al di fuori della macchina spaccando il parabrezza ed è morto sul colpo, rendendo vani i soccorsi. Al volante dell'altra vettura, a quanto pare un'Alfa 147, c'era il ventiquattrenne straniero che non sarebbe riuscito ad evitare l'impatto. Ad insospettire gli investigatori è però stato il suo atteggiamento: dopo lo schianto, per quanto ferito ed ancora in stato confusionale, piuttosto che prestare soccorso all'altra persona si sarebbe a quanto sembra allontanato a piedi per far perdere le proprie tracce. Sul posto è poi giunta la polizia, che ha subito rintracciato il ragazzo mentre camminava in stato di choc nei campi attigui alla strada. I sanitari del 118 gli hanno prestato i primi soccorsi, portandolo poi in ospedale.

I poliziotti dovranno come detto accertare la sequenza secondo cui si è svolto l'episodio, ma c'è già una certezza: lo straniero è stato sottoposto all'alcoltest ed è risultato positivo. Aveva quindi un tasso alcolemico superiore a 0.5g/l, ovvero il limite massimo consentito dal codice stradale. Di più: dagli accertamenti eseguiti in un secondo momento sul suo conto, sarebbe emersa la revoca dalla patente di guida comminatagli in precedenza.

L'indagine va ad ogni modo avanti ed è per queste ragioni che il ventiquattrenne risultato attualmente piantonato: qualora venisse accertata la sua responsabilità nel causare l'incidente, potrebbe potenzialmente prefigurarsi l'accusa di omicidio stradale con tanto omissione di soccorso. Nelle prossime ore potrebbero quindi esserci nuovi sviluppi.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
ilGiornale.it Logo Ricarica