Aggredì il domestico di Francesco Totti: condannato a 8 mesi

Il capitano giallorosso difese il suo collaboratore, colpito al viso per un parcheggio "rubato"

Aggredì il domestico  di Francesco Totti: condannato a 8 mesi

Una lite per un parcheggio tra un 25enne romano e il domestico di Francesco Totti è finita in tribunale.

I fatti risalgono al 2009, quando all'uscita di un supermercato, il giovane ha aggredito Mario Perez (collaboratore del capitano della Roma), accusandolo di avergli "rubato" il posto per l'auto e colpendolo in viso con un pugno. A dividere i due era arrivato proprio il calciatore giallorosso, allertato dal domestico, che ha chiamato i carabinieri. Davanti ai giudici l'aggressore ha patteggiato una condanna a 8 mesi di reclusione, con pena sospesa.

Commenti