Alfano e i voli di Stato: tra weekend in Sicilia e finali di Champions

A partire dall'inizio dell'estate, il ministro dell'interno comincia ad abusare dei voli di Stato

Alfano e i voli di Stato: tra weekend in Sicilia e finali di Champions

Angelino Alfano come Leonardo Di Caprio in "Prova a prendermi": viaggia sempre in aereo (di Stato, ovviamente) e sempre per volare durante il fine settimana (per lavorare, si capisce) nella sua amata Sicilia. Come riporta Il Fatto, il ministro dell'interno, da quando è iniziata l'estate ha cominciato a volare molto di più. "Da Roma a Catania e da Catania a Roma tutti i weekend da fine giugno a oggi, come è facile constatare dall'elenco che l'Ufficio voli di Palazzo Chigi pubblica (per legge) online". Prima, Alfano, aveva volato da Roma a a Catania solamente il 2 aprile, per ripartire poi il 6. Casualmente, quelli erano i giorni della Pasqua. E poi un altro volo. Questa volta all'estero. Vola a Stoccarda, come racconta Il Fatto, per una trilaterale con i ministri francesi e tedeschi. Poi però accade qualcosa di incredibile. L'aereo di Alfano viene dirottato a Berlino e il ministro dell'interno si ritrova inspiegabilmente seduto su una poltrona dell'Olympiastadion e non gli resta che godersi la finale di Champions League tra Barcellona e Juventus.

Commenti