Bambino di 7 anni torturato e ucciso dalle madri lesbiche

Il bambino era costretto persino a mangiare gli escrementi del cane domestico

Seviziato, torturato e ucciso. È questa la tragica fine di Liam, un bambino scozzese di 7 anni che viveva con una coppia di lesbiche, Nyomi Fee di 28 anni e di Rachel Fee di 31 anni che lo aveva avuto da una precedente relazione eterosessuale. Secondo le indagini sembrerebbe che le due donne, prima di uccidere il bambino, lo avessero torturato minacciandolo di tagliargli i genitali con una sega, lo avessero più volte picchiato e rinchiuso in una gabbia insieme al loro cane. Il bambino, inolte, sarebbe stato persino costretto a mangiare gli escrementi dell'animale. Le due donne sono sotto processo e, sebbene si dichiarino innocenti, le prove a loro carico sarebbero schiaccianti.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

buri

Dom, 17/04/2016 - 16:49

non si può commentare simili atrocità, mancano le parole

maricap

Lun, 18/04/2016 - 10:52

Farle morire tra atroci torture, sarebbe un atto di giustizia, nei confronti della vittima di queste due belve.

ORCHIDEABLU

Lun, 18/04/2016 - 10:57

SCHIFOSE PANA DI MORTE.