Le bande degli autogrill si preparano a colpire: ecco i loro stratagemmi

L'allerta delle forze dell'ordine: più controlli sulle autostrade italiane contro le batterie di malviventi pronte a colpire

Sono dette "bande degli autogrill" e sono quelle batterie di malviventi pronti a colpire chiunque si fermi per una pausa in autostrada. E proprio questo, con le festività di Natale e Capodanno, è per loro il periodo più florido, visto l'esodo. Arriva dunque l'allarme delle forze dell’ordine e della polizia stradale, che ha intensificato i controlli sui settemila chilometri di italica rete autostradale.

Come scrive Massimo Sanvito sulle colonne di Libero, la polizia sta facendo di tutto per informare i cittadini del pericolo che si nascondono dietro un break durante il viaggio in una delle tante aree di servizio lungo le carreggiate. E allora, proprio per questo motivo di prevenzione, sono stati diffusi dagli inquirenti alcuni filmati che ritraggono i predoni in azione.

Per rendersi conto della gravità del problema, nei giorni scorsi – come riporta sempre il quotidiano – la Polstrada di Pordenone "ha arrestato una banda di kosovari che da mesi era diventata il terrore del nord est per le razzie sull’A4", fra la regione Veneto e il Friuli Venezia Giulia. In totale, sono sette i criminali finiti in stato d'arresto.

In breve, ecco spiegato un modus operandi solitamente utilizzato da questi balordi: un membro di un gruppo di ladri si adopera fingendosi viaggiatore in cerca di informazioni, allo stesso tempo – mentre il primo distrae il guidatore e/o il passeggero al suo fianco, ecco che un secondo uomo interviene nel retro della vettura di soppiatto, aprendo le portiere o il baule per sgraffignare qualcosa. Le vittime prescelte, spesso e volentieri, purtroppo, sono sempre loro: gli anziani.

Con il calare del sole e il sopraggiungere della notte, ecco la situazione ideale per mettere a segno i furti. Questi malviventi sono soliti sorprendere nel sonno chi si ferma in un’area di servizio per riposare. Un sonno turbato da un colpo sul finestrino per richiamare l'attenzione, sfruttando l'intontimento della vittima prescelta, ancora sonnolente. La "preda" viene fatta scendere dal mezzo con una scusa e dal lato del passeggero un complice allunga le mani su portafoglio, orologio, tablet, pc, cellulare e quant’altro di presente a vista. E se il trucco della gomma bucata è un vecchio classico che – ahinoi – non passa mai di moda , c'è chi si è fatto "ladro tecnologico": c'è chi, infatti, riesce ad aprire alcune auto posteggiate negli autogrill con un cosiddetto "jammer", dispositivo capace di alterare le frequenze delle chiavi telecomandate. Un "diabolico" stratagemma che rappresenta la nuova frontiera del furto autostradale.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cgf

Gio, 12/12/2019 - 11:55

fermarsi in autostrada e perdere 15/20 minuti per un caffè, pagare tutto di più? meglio uscire ed avere cose fresche, non prodotti tirati fuori dal freezer

Ritratto di Tora

Tora

Gio, 12/12/2019 - 16:12

Che bello vivere in un paese nel quale il 20% delle persone lavora e produce ed il restante 80% campa di sussidi od escogita stratagemmi per fottere quel 20%.