"Basta dare risarcimenti a ladri". Salvini riforma la legittima difesa

Il ministro dell'Interno lancia la riforma della legittima difesa: "Lo Stato coprirà le eventuali spese legali di chi si è difeso. Dalle parole ai fatti"

"Basta dare risarcimenti a ladri". Salvini riforma la legittima difesa

Basta coi risaricimenti al ladro che viene ferito o ucciso durante una rapina. Lo prevede la proposta di legge sulla legittima difesa che ha presentato la Lega e che il 23 ottobre inizierà il suo iter in Parlamento.

"Un ladro ti entra in casa, in azienda o in negozio e tu ti difendi? Sarà tuo diritto farlo, senza finire sotto processo per anni e pagando di tasca tua", ha scritto Matteo Salvini sui suoi profili social, "Lo Stato coprirà le eventuali spese legali di chi si è difeso e il delinquente (e i suoi parenti) non potranno chiedere neanche un euro di risarcimento. Dalle parole ai fatti". E sulla foto che riprende la prima pagina di Libero, il ministro scrive: "Stop follia! Ai ladri zero risarcimenti! #ladifesaèsemprelegittima"

Il ddl è stato presentato nei giorni scorsi e si basa sulla "presunzione di legittima difesa", mantenendo la proporzionalità tra difesa e offesa, ma con meno discrezionalità da parte dei giudici nella valutazione del caso.

Commenti