Cronache

"La mia testa nella bocca di un coccodrillo: così mi sono salvato"

Un ragazzo stava facendo snorkeling tra le acque dell'isola di Caye Caulker, in Belize, quando è stato attaccato da un alligatore. Ecco come si è salvato

"La mia testa nella bocca di un coccodrillo: così mi sono salvato"

Joshua Young, barista 28enne, era intento a fare snorkeling tra le acque dell'isola di Caye Caulker, in Belize, quando all'improvviso si è trovato tra le fauci di un coccodrillo di tre metri. L'uomo, che stava nuotando in superficie con il suo boccaglio, inizialmente pensava di aver urtato una canoa. L'uomo ha alzato la testa pensando di essere troppo vicino a una barca, ma inaspettatamente si è trovato di fronte i denti inquietanti dell'animale che lo ha subito attaccato. A quel punto il giovane ha iniziato una lotta disperata contro il feroce alligatore che non ci pensava minimamente a mollare la presa. Il giovane allora ha iniziato con lucidità ad agitare velocemente le sue pinne per contrastare il movimento di torsione utilizzato da questi animali per portare le proprie prede alla morte.

Nonostante avesse con sé un fucile, Joshua non ha potuto utilizzarlo perché troppo lungo. In quei momenti di terrore e con la mente annebbiata per la paura, il ragazzo ha pensato più volte di essere arrivato alla sua fine. Con freddezza però il giovane è riuscito a nuotare nonostante la corrente fosse abbastanza forte e, con i denti ancora conficcati nella sua testa, ha tenuto forte l'animale con le sue mani per impedirgli che gli staccasse il cuoio capelluto. Arrivato in riva il barista ha aperto con forza la bocca dell'animale e così è riuscito a liberarsi. Il coccodrillo allora ha prima morso la mano del ragazzo e poi il fianco, strappandogli completamente la tuta da sub. Una volta che l'animale si trovava a terra e messo momentaneamente k.o., Joshua sanguinante ha cominciato a correre verso la salvezza.

Portato con urgenza al primo ospedale vicino, i medici hanno riscontrato nel ragazzo varie ferite mortali alla testa e alla gola. In più l'animale gli ha causato la frattura di nove dita. L'incubo per il ragazzo non era ancora finito. Durante l'intervento il suo cuore si è fermato a causa della grossa quantità di sangue che aveva perso. Alla fine però è riuscito a salvarsi anche da questo e adesso può raccontare la sua inquietante avventura.

Commenti