Brindisi, rischio bomba: in 54mila saranno evacuati

L'operazione sarà domenica 15 e interesserà una zona con raggio di oltre 1,5 chilometri. Verranno evacuati anche i detenuti. Il sindaco: "Operazione senza precedenti"

Domenica, Brindisi si trasformerà in una città fantasma. Tutti i residenti nella zona rossa, infatti, dovranno abbandonare quella parte di territorio, per permettere il disinnesco di una bomba. Si tratta di un ordigno bellico, risalente alla seconda guerra mondiale e rimasto inesploso.

L'evacuazione

Lo scorso 2 novembre, un operaio che stava facendo dei lavori per la realizzazione di un multisala, nell'area vicino al Cinema Andromeda, aveva trovato la bomba. Per disinnescarla in sicurezza, è stata disposta l'evacuazione di quasi 54mila persone, che dovranno lasciare la zona dalle 5 del mattino fino al termine delle operazioni. Lo sgombero interesserà 53.345, residenti in un raggio di 1.617 metri dal luogo del ritrovamento: oltre un chilometro e mezzo, perché l'ordigno è stato danneggiato e, in caso di esplosione potrebbe coinvolgere una vasta area. E ad essere evacuate non saranno solo le case. Secondo quanto riporta il Corriere della Sera, è previsto anche lo sgombero di due cliniche, i cui degenti saranno portati all'ospedale Perrino, e del carcere: i 217 detenuti saranno trasportati in quello di Lecce. L'inizio delle operazioni è fissato per le 8 del mattino, ma l'evacuazione iniziarà alle 5, dato che per l'ora X la zona rossa dovrà essere già a disposizione degli artificieri. "È un’operazione senza precedenti, necessaria per garantire la sicurezza e l’incolumità di tutti — ha detto il sindaco Riccardo Rossi — Per questo raccomando a tutti di seguire le indicazioni che stiamo diffondendo, affidandosi solo ai canali ufficiali".

Circolazione interrotta

Domenica, a Brindisi, si fermerà anche la circolazione. L'aeroporto resterà chiuso dalle 9.30 fino al termine delle operazioni, le ferrovie si bloccheranno alle 7.30 e dalle 7 il traffico stradale. La strada statale 16 e e la statale 613 in entrambe le direzioni saranno in parte chiuse al traffico. Chiusi anche i 41 varchi di ingresso a Brindisi. Inoltre, come ricorda il Corriere, nel raggio di oltre 1.600 metri, oltre al divieto di circolazione è previsto l'obbligo di liberare la strada dai veicoli: le auto, quindi, non potranno rimanere parcheggiate all'aperto nella zona rossa. Per garantire la circolazione ferroviaria, Trenitalia ha garantito un servizio di autobus sostitutivo dei treni, ma con possibili allungamenti di viaggio. A chi vi rinuncia, però, verrà rimborsato il prezzo totale del biglietto. Nel raggio di 500 metri dal punto del ritrovamento della bomba inesplosa, sarà chiusa l'erogazione del gas.

Le aree di accoglienza

Il Comune ha individuato 14 scuole, che funzioneranno come aree di accoglienza, alcune anche per animali domestici, e saranno aperte dalle 18 di sabato 14. A nessuno verrà concesso di rimanere in casa: un'ordinanza del sindaco lo vieta espressamente. L'unica eccezione riguarda le persone con patologie molto gravi, impossibilitate a spostarsi: per queste servirà una certificazione della Asl e un consenso da parte dell'interessato o di un familiare, che dichiara di assumersi tutte le responsabilità. Verranno disposte anche 5 aree di attesa, per le persone che aspettano il rientro a casa: saranno al parcheggio dello stadio comunale, a parco del Cillarese,in via Mantegna al quartiere Sant'Elia, Masseriola, in piazza dei Pini al quartiere La Rosa.

Commenti

arilibellula

Ven, 13/12/2019 - 11:08

un ricordo di sana democrazia ancora sul territorio.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 13/12/2019 - 11:46

'Azz, alle cinque del mattino. Un po' chiùttard nun se po' fa'.