Cronache

Brindisi, vigili urbani in divieto di sosta con l'autovelox

Il fatto è accaduto in provincia, a Oria, gli automobilisti faranno ricorso

 Brindisi, vigili urbani in divieto di sosta con l'autovelox

Cosa succede alla polizia locale che sosta su una strada statale con tanto di autovelox? Rischia di pagare la multa, ironia del caso.

È accaduto ad Oria, un Comune in provincia di Brindisi. Il fatto è davvero singolare: alcuni agenti della polizia locale hanno sistemato la loro vettura sulla strada statale (dove la competenza dei controlli è attribuita alla polizia stradale) per controllare la velocità delle auto in transito. Ma lo hanno fatto in divieto di sosta, sulla confluenza tra la statale e una rampa di accesso. L'autovelox, alcuni malignano, sarebbe utile a rimpinguare le casse del Comune pugliese attraverso le multe.

Ma proprio la sosta vietata, al netto della scelta di una strada statale, dove la Polizia locale non ha competenza, costituisce l'appiglio al quale faranno ricorso alcuni automobilisti multati dai vigili urbani. Nel ricorso l'accusa rivolta alla Polizia locale è anche quella di aver lasciato incustodite altre zone del paese di loro competenza.

Una pattuglia dei vigili di Oria, quindi, sosta da giorni staziona in divieto di sosta vicino Oria sulla Strada statale 7 come si legge sul quotidiano regionale "La Gazzetta del Mezzogiorno". Per questo la polizia locale rischia di essere vittima stessa del suo lavoro. Non un'ironia della sorte ma un paradosso che avvantaggia gli automobilisti. Anche se... indisciplinati.

Commenti