"Che belle gambe, a che ora aprono?": bufera per le frasi del bar

In un bar di Taranto, sono in vendita bustine monodose di zucchero con slogan sessisti nei confronti delle donne. Su Facebook si scatena la polemica: "È vergognoso"

"Che belle gambe, a che ora aprono?": bufera per le frasi del bar

Frasi sessiste sulle bustine monodose di zucchero. È la trovata di un bar nel cuore della città di Taranto, nella bellissima Puglia. La notizia è stata diffusa sui social appena qualche ora fa scatenando l'indignazione dei più.

"Che belle gambe, a che ora aprono?", recita una scritta. E ancora, "Che differenza c'è tra una donna cane? Il costo del guinzaglio". Forse, la vicenda sarebbe passata in sordina se non fosse finita nel circo dei socialnetwork o, magari, si sarebbe esaurita in una chiacchierata tra amici. Ma all'occhio ciclopico degli internauta nulla sfugge e tutto si tramuta immediatamente in dibattito, soprattutto se l'argomento è spigoloso al punto tale da sollecitare la sensibilità comune. Lo sa bene il pubblico femminile di Facebook che pare proprio non abbia gradito il tono degli slogan.

Le prime frasi hanno cominciato a circolare sulla pagina DONNA A SUD nella tarda serata di sabato, riportate da una utente anonima che non ha esitato a postare altresì una foto dimostrativa dei fatti. "Bustine di zucchero personalizzate per tirare un sorrisino all'habitué di turno scusante di un marketing di basso profilo – si legge nella didascalia all'immagine –. Gaffe, ironia e arretratezza non vanno permesse in nessun caso, neanche davanti ad un caffè".

Immediata la reazione furiosa di moltissime utenti, palesemente indignate per l'accaduto. "Stiamo cadendo davvero in basso", commenta qualcuno. "Vergogna incommensurabile", scrive un altro ancora. Tuttavia, come sovente accade nei dibattiti social, non sono mancati pareri contrari. "Una tragedia greca per una battuta", ribatte un partecipante alla discussione, "Solo a me a fatto ridere?", prova a smorzare i toni qualcuno. Un argomento che divide, insomma. Chiacchiere da bar? Be', a detta di molti, il boccone sarebbe troppo amaro da mandar giù, persino con una zolletta di zucchero.

Commenti