Castel Volturno, sesso e soldi in cambio di pratiche edilizie

Sei individui sono finiti in manette, tra questi anche il comandante dei vigili

E’ assurda la notizia che giunge da Castel Volturno, nel casertano, dove sono finiti in manette sei soggetti tra funzionari e imprenditori. Il blitz dei carabinieri del Reparto territoriale di Mondragone ha permesso di mettere fine a un giro incredibile di soldi e sesso in cambio di atti e permessi edilizi. Tra gli arrestati spiccano il comandante della polizia municipale di Castel Volturno, Luigi Cassandra, il capo dell’ufficio tecnico del Comune Carmine Noviello e anche l’addetto all’ufficio tecnico Antonio Di Bona.

Stando a quanto affermano le indagini della procura, l’ufficio comunale si era rapidamente trasformato in un alcova per ottenere il rilascio di autorizzazioni amministrative tramite prestazioni sessuali. Le accuse del gip, pesantissime, sono di concussione e corruzione. Tre persone sono finite in carcere e gli altri ai domiciliari. Sono 15 gli indagati in stato di libertà per i quali non è stata chiesta alcuna misura cautelare. Disposto, infine, il divieto di dimora in provincia di Caserta per Rosario Trapanese, dirigente dell’Imat (Italian Maritime Academy Technologies).

Le indagini sono iniziate quando gli investigatori hanno posto l’accento sulla costruzione di un simulatore avente la forma di nave da crociera, che avrebbe occupato una volumetria superiore a quella consentita dagli strumenti urbanistici. La Procura afferma che Trapanese non avrebbe pagato tutti gli oneri concessori di oltre 150mila euro, offrendo in cambio a Noviello stufe per l’ufficio comunale e operandosi per il viaggio di nozze in crociera della figlia dello stesso Noviello. Ma le accuse nei confronti di Noviello non finiscono qui. Il nostro, infatti, avrebbe ricevuto un pagamento pari a 30mila euro dal proprietario di un immobile, l’American Palace, noto ritrovo utilizzato per il consumo di droga, per ottenere l’agibilità. La classica storia tutta italiana dove, per ottenere favori, si è disposti a tutto. Una vergogna a cui, ormai, siamo ampiamente abituati.

Commenti

stefano751

Sab, 12/01/2019 - 17:26

Lo Stato deve intervenire subito per salvare questo territorio in mano all'anarchia e all'illegalità. La gente non ne può più. Una delle zone più belle della campania diventata un letamaio.