Catanzaro, 15 magistrati indagati per inchieste manipolate

Il fascicolo è stato aperto dopo che la procura di Catanzaro, guidata da Nicola Gratteri, nel luglio scorso, aveva trasmesso gli atti per competenza ai magistrati di Salerno. Tra i reati contestati quello di favoreggiamento mafioso, corruzione e corruzione in atti giudiziari

Erano tutti in servizio nel distretto giudiziario di Catanzaro, con diversi incarichi. Ma oggi, secondo quanto riportato da Il Fatto Quotidiano, quindici magistrati sono indagati dalla procura di Salerno per favoreggiamento mafioso, corruzione e corruzione in atti giudiziari. Il giornale indica fra gli indagati il procuratore capo di Cosenza, Mario Spagnuolo, il procuratore di Castrovillari (Cs), Eugenio Facciolla, e il procuratore aggiunto di Catanzaro, Vincenzo Luberto.

L'inchiesta

Al centro dell'inchiesta ci sarebbero episodi di favoreggiamento, a beneficio di indagati, e rivelazione di segreto d'ufficio, in relazione a operazioni di polizia, ma anche manipolazione di atti relativi a indagini. Al momento, comunque, non risulterebbero provvedimenti a carico dei magistrati coinvolti.

La tesimonianza di Carchidi

Tra le persone ascoltate dai magistrati salernitani ci sarebbe il giornalista Gabriele Carchidi, direttore del sito "Iacchitè", autore di alcuni articoli sulla gestione della procura cosentina. La sua testimonianza sarebbe stata ascoltata l'11 dicembre dai carabinieri del Ros di Salerno, in missione nella città calabrese, per avere informazioni sull'inchiesta in corso.

Il legale di Facciolla: "Solo temi organizzativi"

"A Salerno, per quanto riguarda la posizione del procuratore Facciolla, è in corso un approfondimento su temi amministrativi e organizzativi della procura di Castrovillari. Soltanto questo", ha spiegato all'Agi Antonio Zecca, avvocato del procuratore capo, in riferimento all'inchiesta della procura campana. Il legale ha aggiunto: "Ho letto l'articolo che riguarda un grappolo di magistrati calabresi per reati associativi o per collusioni con reati associativi, ma assolutamente nulla ha a che vedere l'indagine che riguarda Facciolla con questi temi. Il dottor Facciolla ha già ampiamente chiarito il suo ruolo e il suo comportamento ma, ripeto, sotto l'aspetto amministrativo e organizzativo dell'ufficio. È a dir poco sorprendeten che ci sia una fuga di notizie su questi temi, mi sembra un vero e proprio salto nel passato, quando negli anni Novanta le informazioni di garanzia, gli interessati le ricevevano dalle testate giornalistiche".

L'apertura del fascicolo

Il fascicolo sarebbe stato aperto dopo che la procura di Catanzaro, guidata da Nicola Gratteri, nel luglio scorso, aveva trasmesso gli atti per competenza ai magistrati della città campana. Secondo le prime ricostruzioni, gli uffici coinvolti sarebbero quelli del capoluogo calabrese, di Cosenza e di Crotone.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Paolo_Trevi

Paolo_Trevi

Gio, 17/01/2019 - 10:56

poi uno si chiede perché la mafia dorma sonni tranquilli... a quando il prossimo prefetto Mori?

Ritratto di ammazzalupi

ammazzalupi

Gio, 17/01/2019 - 11:36

E dove sono le IRE del CSM? E la mummia sicula cosa dice? NULLA, ehhh???

gigi0000

Gio, 17/01/2019 - 11:42

L'illogicità della mancata responsabilità e del mancato controllo non può che portare al libero arbitrio. Ferma restando la libertà d'azione, un controllo superiore, a sua volta controllato da qualcuno controllato e così a catena è indispensabile per il buon funzionamento di qualsiasi cosa.

maurizio50

Gio, 17/01/2019 - 11:53

Naturalmente il Capo del CSM, che siede al Colle, su questi argomenti ha dimenticato il Far West!!!!

billyserrano

Gio, 17/01/2019 - 11:54

Se la criminalità la fa da padrona e dorme davvero sonni tranquilli, forse vorrà dire che qualcosa non funziona nella giustizia italiana. Corruzione per interessi personali e corruzione politica e ideologica, oramai è entrata nel comune agire dei magistrati e giudici italiani.

01Claude45

Gio, 17/01/2019 - 11:54

Controlliamo anche in tutt'Italia, specialmente nei tribunali civili e fallimentari dove "circolano i soldi".

BALDONIUS

Gio, 17/01/2019 - 12:32

Grande Gratteri !!!

zipala'

Gio, 17/01/2019 - 13:58

Solo per rammentarlo a chi non ha ancora capito, la MAFIA non esiste, sono solo volgari delinquenti che operano supportati da Apparati deviati dell stato. Solo che in italia questa " SUPPORTANZA" è elevatissima.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Gio, 17/01/2019 - 14:37

TOGHE ROSSE?

mariod6

Gio, 17/01/2019 - 14:51

Ma i magistrati non sono quelli che Mattarella e la ANM chiama incorruttibili, infallibili, indipendenti da qualsiasi forza politica (che non sia però di sinistra perchè allora va bene), onesti per definizione ?? E' ovvio che le varie mafie si espandono in ogni città, fanno affidamento sulle coperture di questi mascalzoni che hanno ramificazioni ed amicizie e connivenze in tutta Italia. Ed inoltre, stranamente sono tutti di Pordenone o della valle d'Aosta. !!!! Chissà perchè poi queste notizie e queste indagini vengono a galla solo adesso che il ministro di Grazia ed Ingiustizia non è più del PD ???

27Adriano

Gio, 17/01/2019 - 15:26

presidente della repubblica e dei magistrati, cosa hai da dire?? Vuoi promuoverli??

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 17/01/2019 - 15:41

solo 15… e tutti gli altri in italia?

Ritratto di Arduino2009

Arduino2009

Gio, 17/01/2019 - 15:48

Ma che sta succedendo, prima un sacco di politici, fresco fresco anche fassino rinviato a giudizio per affare dei libri, adesso addirittura giudici manipolatori, o corrotti. Ma allora si sta tentando di fare un pochino di giustizia ???

lorenzovan

Gio, 17/01/2019 - 15:57

e poi ci si chiede il perche' dell'omerta'...ma se presenti una denuncia in certi posti di polizia..sia ps sia carabinieri..il capo mandamento ne ha una copia prima della magistratura...e nel caso giunga alla magistratura senza fughe esterne ..ci pensa poi qualche funzionario se non qualche giudici...e il denuncuante "sparusec"..eppoi criticano i meridionali per l'omerta'....sehhhhhhhhh

lorenzovan

Gio, 17/01/2019 - 15:59

@paolo trevi..e che gli ha fatto il prefetto Mori ?? il solletico ??? nel 45 era piu' forte di prima..tanto "ilprefetto Mori" aveva lavorato bene

lorenzovan

Gio, 17/01/2019 - 16:02

@arduino..se si dovesse cominciare a far giustizia..occorrerebbe trasformare mezza Italia in un grande carcere..tanto il senso civico..sociale e di giustizia e' andato perso

routier

Gio, 17/01/2019 - 16:58

"Quis custodiet custodes ipsos?" (chi controlla i controllori?) Come si vede il problema nasce lontano nel tempo e non è stato ancora risolto.

rudyger

Gio, 17/01/2019 - 17:09

Lorenzon, il solito disfattista. Sotto il fascismo la mafia aveva poco da zazzare. E non era collusa con il potere. Petrosino e Mori hanno fatto meglio di quanto lei non sa. Non faccia sempre il bastian contrario. vada in montana a rinfrescarsi la memoria e le idee.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 17/01/2019 - 17:38

Carnevale è alle porte c'è già aria di maschere.

Sceitan

Gio, 17/01/2019 - 18:24

Ancora credevate che le varie mafie non avessero piazzato i loro picciotti nelle varie Istituzioni? Cos'hanno loro meno del PD? Fatto sta' che quando venne l'ora di assegnare le quote ai Magistrati indipendenti, i posti disponibili erano terminati.

DRAGONI

Gio, 17/01/2019 - 18:26

BISOGEREBBE CHE I MAGISTRATI INVECE DI INDOSSARE L'ERMELLINO INDOSSASSERO UN SAIO FRANCESCANO IN SEGNO DI CONTRIZIONE,CONTINUANDO A RISCUOTERE NATURALMENTE I LORO LAUTI STIPENDI.

UgoCal

Gio, 17/01/2019 - 18:30

Uhmmmm .... che strano l'ANM .... tace, di soloto è così "ciarliera" quando si tratta di politici.

sparviero51

Gio, 17/01/2019 - 18:35

NON CI SONO SOLO CALABRIA E SICILIA . GLI 007 (sic) DEL FISCO ,FAREBBERO BENE A INDAGARE SU CONTI ITALIANI ED ESTERI DI MAGISTRATI E AVVOCATI STRARICCHI SENZA MOTIVO . IN MOLTI TRIBUNALI,BASTA TROVARE L'AVVOCATO "GIUSTO" AGGANCIATO A QUALCHE MAGISTRATO ,DISPORRE DI UNA BUONA DOSE DI CONTANTE E LA ....SENTENZA È FATTA . QUESTO NON È QUALUNQUISMO BENSÌ CRONACA QUOTIDIANA DI ALCUNI TRIBUNALI !!!!!!!

19gig50

Gio, 17/01/2019 - 18:40

Vogliamo vedere quando e come li sbattono in galera.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 17/01/2019 - 19:18

@routier - d'accordo con te. Analisi corretta.

lorenzovan

Gio, 17/01/2019 - 19:18

rdger...ma quale disfattista !!!! realista!!!!tu sei di quelli che quando qualcuno diceva che i bidoni erano pieni di sabbia e non di benzina ..e che le scarpe erano di cartone... lo chiamavi disfattista !!!!

leopard73

Gio, 17/01/2019 - 19:42

Solo 15 chissà quanti ce ne sono ancora da scoprire la giustizia in italia fa schifo.

brunog

Gio, 17/01/2019 - 20:00

Magistratura militare o straniera.

Riccardo10

Gio, 17/01/2019 - 20:13

Nooooooo non mi dite che ci sono magistrati corrotti...non me lo sarei mai aspettato...eh

silvano45

Gio, 17/01/2019 - 20:28

Non c'è da preoccuparsi per una legge la responsabilità civile per gli atti giudiziari come richiesto dalla costituzione e da un referendum popolare verrà subito applicata e a giudicare questi signori ci saranno i colleghi!

Ritratto di gian td5

gian td5

Gio, 17/01/2019 - 21:08

@ 01Claude45, ho avuto a che fare con i fallimenti e sono anni che aspetto che qualcuno tolga il coperchio a quel calderone, sono certo che ne vedremo delle belle!

porcorosso

Gio, 17/01/2019 - 21:54

Niente illusioni. Nessun miglioramento della giustizia. Hanno solo pestato i piedi sbagliati: se avessimo un sistema giudiziario onesto casi del genere non si ripeterebbero quotidianamente ed i responsabili verrebero puniti. Purtroppo i loro colleghi provvederanno se non ad annullare almeno a mitigare la pena, come di norma accade. E soprattutto, non solo a Catanzaro (bella scusa), ma in TUTTA ITALIA.

Triatec

Gio, 17/01/2019 - 22:21

L'altro ieri due magistrati arrestati a Trani, oggi altri quindici indagati a Catanzaro, così si sta minando l'indipendenza della magistratura.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Ven, 18/01/2019 - 08:12

Premesso che ho semrpe avuto una particolare stima per il dott. Gratteri, per il diffiicle compito cui assolve da tempo, anche per costoro come per tutti i cittadini di questo stato vale il principio stabilito nell'ìart. 27 della costituzione. Tuttavia leggere di queste incriminazioni avverso chi dovrebbe far rispettare la legge, lascia alquanto, parecchio, tanto basiti. Sarebbe confortante conoscere il pensiero del capo del Csm in questa tematica...

CALISESI MAURO

Ven, 18/01/2019 - 09:46

una bella notizia. Nel libro del profeta Daniele, Susanna donna onesta venne insidiata da due "vecchi saggi", scoperti accusarono la giovane innocente. Daniele scopri l'inganno e invece che uccidere la Donna, furono puniti severamente i due rep della allora giustizia.