"Cerco chi salvò mio figlio": l'appello di una mamma dopo la strage in discoteca

Nicolas aveva perso conoscenza, ma è stato salvato da un giovane di colore, che l'ha tirato fuori dalla calca

"Cerco chi salvò mio figlio": l'appello di una mamma dopo la strage in discoteca

"Nella discoteca di Corinaldo c’era anche mio figlio". La sera della tragedia, quando sei persone sono morte, schiacciate dalla calca seguita al panico scatenato da uno spray urticante spruzzato sulla folla, era la prima volta che Nicolas andava in discoteca.

Era andato alla Lanterna Azzurra in compagnia di un'amica e, quando nel locale si è scatenato l'inferno, ha cercato di fuggire: si è prima aggrappato all'uscita di sicurezza, cercando di non cadere, poi il ragazzo ha perso i sensi. Ora Nicolas è salvo e il merito è di uno sconosciuto, che lo ha tirato fuori, ancora privo di conoscenza, dalla calca nella quale era rimasto intrappolato.

Ma il ragazzo si ricorda poco di quei momenti e non ricorda chi sia il suo salvatore. Per questo Lucia, la mamma di Nicolas, ha scritto un post su Facebook, secondo quanto riporta Tgcom24, e lancia un appello per ritrovare l'uomo che ha salvato la vita a suo figlio:"A te che leggi. Grazie per aver tirato fuori mio figlio da quel buco! Non finirò mai di ringraziarti". L'unica cosa che Nicolas ricorda di lui è che aveva la pelle scura, ma esclude che fosse uno degli addetti alla security:"Vorrei sapere chi è per poterlo ringraziare perché non smetterò mai di farlo", scrive ancora la donna.

Lucia poi lancia un appello rivolto al sistema scolastico:"Vorrei che nelle scuole si insegnasse la gestione del panico, si informassero i ragazzi su come evacuare da un edificio, non solo in caso di terremoto", perché non accada di nuovo che dei ragazzi si trovino impreparati di fronte a un'eventualità del genere.

Commenti