Ciampino, autovelox è abusivo: annullate 40mila multe. Multato comune

Il fatto a Ciampino, il cui comune è stato sanzionato dall’Anas per aver installato l’autovelox senza le necessarie autorizzazioni

Lungo l’Appia Nuova, per la precisione al chilometro 17, c’è un autovelox incubo di automobilisti e motociclisti, visto che da quando è entrato in funzione – a fine 2018 – è stato capace di multare la bellezza di 42mila persone. Un record.

Però c’è un "però". Quell’autovelox è stato installato in maniera illecita, senza le dovute autorizzazioni. Insomma, l’impianto è sostanzialmente abusivo. E così l’Anas, l’ente nazionale per le strade, ha multato a sua volta (!) il comune di Ciampino, decretando l’annullamento delle 42mila multe.

Come riportato da Leggo, infatti, l’Anas – che è gestore di quel tratto di strada incriminato – sostiene di non aver mai concesso il via libera al comune del Lazio circa l’installazione della strumentazione. Dalla battaglia in Tribunale è uscito vincitore l’ente, nonostante i vari ricorsi dell’amministrazione della cittadina al giudice di pace.

Il quotidiano free pass scrive che "La Prefettura di Roma, con un’apposita ordinanza, ha rigettato il ricorso del Comune di Ciampino avverso al verbale di Anas per installazione abusiva dell’autovelox". Una decisione che in sostanza va ad accogliere i ricorsi dei cittadini multati per farsi annullare le contravvenzioni. E ancora: "L’ordinanza della Prefettura, di fatto, dà il via libera alle contestazioni di chi si sente ingiustamente multato".

RomaToday, invece, ha registrato e pubblicato la testimonianza di un comune cittadino: "Sono tanti i cittadini che come me hanno ricevuto delle contravvenzioni a causa di quell’autovelox. Per questo ho scritto una pec ad Anas che mi ha risposto informandomi di aver già fatto una multa al Comune di Ciampino". E a seguire: "La conferma che il dispositivo non fosse autorizzato l’avevo già ricevuta un anno fa, sempre da Anas. Nell’ultima pec ricevuta però mi hanno informato anche del fatto che è stato rigettato il ricorso di Ciampino". Nell’email, infatti, si legge: "La Prefettura di Roma, con apposita ordinanza ha rigettato il ricorso del Comune di Ciampino avverso il verbale di Anas per installazione abusiva dell’autovelox".

Peccato però che il dispositivo sia ancora al suo posto. Fortunatamente, però, non continua più a scattare e a multare chi supera i sessanta chilometri orari: l’autovelox, infatti, è stato disattivato. Dal comune aeroportuale, infatti, i tecnici proposti assicurano che la strumentazione della discordia "non è in funzione".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di bimbo

bimbo

Mer, 19/02/2020 - 12:04

E pensare che quando mi fermo al semaforo rosso vedo a volte che qualcuno indifferentemente passa lo stesso.. Ma questi pagano le multe????????????????????????????????????????

Ritratto di lurabo

lurabo

Mer, 19/02/2020 - 12:18

roba italiana!!!!

giosafat

Mer, 19/02/2020 - 12:53

Resta comunque il fatto che almeno 42000 persone se ne sono bellamente 'fottute' di rispettare il limite di velocità. E un popolo di cialtroni osanna la revoca delle sanzioni. Provate, all'estero, a chiedere alla polizia se l'autovelox o il telelaser sono amologati, se hanno il permesso, se ne hanno pagato la tassa di concessione.....siamo proprio di serie zeta.

Ritratto di Flex

Flex

Mer, 19/02/2020 - 13:06

Siamo alle comiche, in Italia ormai non si è più certi di niente.

Giorgio5819

Mer, 19/02/2020 - 17:28

...e i PAGLIACCI al governo hanno come unico scopo quello di cancellare le leggi sicurezza di Salvini....! e di far ripartire il traffico di clandestini che finiscono sulle spalle degli ITALIANI.