Concerto neofascista con saluto romano e omaggi al nazismo: "Le SS non erano criminali"

L'evento si è svolto in un locale di Albissola Marina, in provincia di Savona. Protagonista della serata è stato Feanor, un gruppo musicale dell’associazione culturale Lorien di Milano, che si occupa di promuovere la musica della destra storica

Concerto neofascista con saluto romano e omaggi al nazismo: "Le SS non erano criminali"

Un’esibizione che ha esaltato il fascismo, il nazismo e altre organizzazioni neofasciste come Ordine Nuovo, condita dai saluti romani e da una bandiera con la croce celtica. È quella andata in scena a fine gennaio in un locale di Albissola Marina, in provincia di Savona. Protagonista della serata è stato Feanor, un gruppo musicale dell’associazione culturale Lorien di Milano, che si occupa di promuovere la musica della destra storica.

La notizia è stata riportata sulla pagina Facebook di Villapiana Antifascista, un’associazione nata in un quartiere di Savona che tra l'altro ospita la sede provinciale di Casapound. L’assemblea antifascista e antirazzista ha espresso “sconcerto e preoccupazione, appena mitigati dalla constatazione che la partecipazione all’evento è stata assai ridotta: una dozzina di nostalgici facenti capo per lo più a Casapound. La preoccupazione è comunque alta”. L’associazione si è chiesta come sia possibile che un locale pubblico possa ospitare un evento di questo tipo e hanno ritenuto “improbabile” che i gestori della birreria non sapessero quali ospiti avrebbe dovuto ospitare il loro locale. “Tuttavia vogliamo essere fiduciosi e pensare che siano stati ingannati dai “camerati” (che in altre occasioni, anche a Savona, hanno provato ad utilizzare spazi mascherandosi da associazioni culturali) - hanno sottolineato -. A questo punto, per chiarire ogni dubbio, pretendiamo che i proprietari della Birreria N.7 si pronuncino pubblicamente sull’accaduto”. Villapiana Antifascista si è chiesta inoltre se queste iniziative possano rientrare nei reati previsti dalle leggi Scelba e Mancino e hanno confidato in un intervento delle forze dell’ordine locali, “finora acquiescenti nei confronti delle organizzazioni neofasciste e neonaziste”.

L’associazione ha poi raccontato che l’evento è stato benedetto dai militanti savonesi di Casapound. Basti pensare che Dario Cigliutti, responsabile locale del movimento neofascista, ha ringraziato ”per la bellissima serata" nei commenti al concerto postato su YouTube. Infine, sembra che durante la serata siano state pronunciate frasi molto forti. Come riporta la Repubblica, il presentatore del concerto avrebbe detto che i soldati nazisti non erano dei criminali ma dei soldati che combattevano per un’idea di Europa, "la stessa Europa in cui crediamo noi finita quel giorno a Berlino”. La serata si è poi conclusa con un saluto romano collettivo.