La confessione della Moretti: "Dopo la sconfitta ho pianto"

Dopo la sconfitta in Veneto alle Regionali, la dem parla della sua sofferenza per quel flop che ha segnato la sua vita politica

La confessione della Moretti: "Dopo la sconfitta ho pianto"

Alessandra Moretti si confessa. Dopo la sconfitta in Veneto alle Regionali, la dem parla della sua sofferenza per quel passo falso contro Zaia. In un'intervista a Oggi la democratica prova a tirare le somme di quella esperienza che ha segnato una brutta battuta d'arresto per la sua carriera politica: "Contro Zaia era dura, lo sapevo - ha detto l'ex eurodeputata del Pd -. Ma alle europee del 2014 avevo avuto 231 mila preferenze, un record. Avevo dietro i giovani, i sindaci, il partito,Matteo Renzi e tutti i ministri. E mi sono buttata". Certo, la sconfitta le è costata "lacrime e notti insonni".

E ancora: "E' stata una batosta pazzesca", ha aggiunto, "pesante per me e per il partito". Poi parla del figlio che l'avrebbe consolata dopo la sconfitta: "Brava mamma, mi ha detto, sei arrivata seconda, vuol dire che hai combattuto. M'ha fatto capire chel'importante è battersi". Infine parla della sua vita privata e di quella storia con il conduttore Massimo Giletti che pare sia ormai al capolinea: ""Sono una mamma single. Giletti? E' un giornalista che stimo. Il nuovo amore che mi attribuiscono? Non esiste".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti