Così Papa Francesco si è scagliato contro il '68

Papa Francesco contro i "nuovi diritti" acquisiti durante il 1968. Quegli anni - secondo il pontefice - hanno avuto degli effetti paradossali. Ecco quali

Papa Francesco contro i "nuovi diritti" acquisiti durante il 1968. È stato un Bergoglio forse inaspettato quello che ieri ha tuonato sull'argomento durante il saluto di inizio anno al corpo diplomatico presente in Vaticano. Nel cinquantesimo anniversario del fenomeno politico e sociale che ha sconvolto i costumi del mondo, infatti, il pontefice argentino ha dichiarato: "In seguito ai sommovimenti sociali del Sessantotto, l’interpretazione di alcuni diritti è andata progressivamente modificandosi, così da includere una molteplicità di nuovi diritti, non di rado in contrapposizione tra loro". Un processo che - secondo quanto sostenuto dal pontefice argentino - è finito per evolversi in un paradosso: "In nome degli stessi diritti umani si vengano a instaurare moderne forme di colonizzazione ideologica dei più forti e dei più ricchi a danno dei più poveri e dei più deboli". I movimenti che hanno generato e promosso il 68', insomma, avrebbero alimentato la nascita delle disuguaglianze economiche propagandando, invece, l'eguaglianza e la libertà assoluta. E Bergoglio ha riservato parole importanti all'istituto che più di tutti ha sofferto gli effetti di alcuni sdoganamenti ideologici: la famiglia.

"Purtroppo - ha aggiunto Francesco - è noto come, specialmente in occidente, la famiglia sia ritenuta un istituto superato. Alla stabilità di un progetto definitivo, si preferiscono oggi legami fugaci. Ma non sta in piedi una casa costruita sulla sabbia di rapporti fragili e volubili. Occorre piuttosto la roccia- ha detto il papa - sulla quale ancorare fondamenta solide". E ancora: "E la roccia è proprio quella comunione di amore, fedele e indissolubile, che unisce l’uomo e la donna, una comunione che ha una bellezza austera e semplice, un carattere sacro e inviolabile e una funzione naturale nell’ordine sociale. Ritengo pertanto urgente che si intraprendano reali politiche a sostegno della famiglia, dalla quale peraltro dipende l’avvenire e lo sviluppo degli stati. Il disinteresse per le famiglie porta con sé un’altra conseguenza drammatica, che è il calo della natalità. Si vive un vero inverno demografico", ha chiosato.

Bergoglio, insomma, si è schierato nuovamente in difesa della famiglia tradizionale e ha denunciato ennesimamente l'attacco ideologico subito da quest'ultima. Il 2018 sarà un anno ricco di eventi incentrati sulla riccorrenza del cinquantennario del Sessantotto: un fenomeno considerato dai più come fondamentale ai fini dell'affermazione di una certa idea di libertà e che tende ad essere idolatrato tutt'ora dall'"intellighenzia" di sinistra. Il papa che tanto piace ai progressisti - però - sembra non essere disposto a partecipare a questa adorazione collettiva del 68'. "Nel nostro tempo ci sono forme più sottili, penso innanzitutto ai bambini innocenti, scartati ancor prima di nascere; non voluti talvolta solo perché malati o malformati o per l’egoismo degli adulti", ha sottolineato Francesco riferendosi chiaramente all'aborto, uno degli effetti derivati dalla rivoluzione dei costumi promossa in quegli anni. Le celebrazioni per il 68', in definitiva, stanno per avere inizio, ma potrebbero trovare sulla loro tabella di marcia un "avversario" impensato: Papa Francesco.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

ziobeppe1951

Mar, 09/01/2018 - 14:05

Chissà i due chierichetti totonto e riflessiva.. cosa ne pensano

Nick2

Mar, 09/01/2018 - 14:14

Bellissimo! Una volta che Bergoglio esprime un concetto che voi e tutti i beceri che vi leggono condividete in pieno, schiaffate la notizia a fondo pagina, in un trafiletto quasi introvabile. Sia mai che qualcuno possa scrivere un commento favorevole al papa! Che giornale, ragazzi!

24agosto

Mar, 09/01/2018 - 14:32

Si ma la sua amica Bonino che ne pensa?

c'eraunavoltal'Uomo

Mar, 09/01/2018 - 14:42

CARO NICK2, DOPO IL TUO COMMENTO, HO SPULCIATO REPUBBLICA, E NON L'HO TROVATO NEANCHE NELLA CRONACA SPORTIVA, GRAZIE PER LA RICERCA PEDISSEQUA .... MIO COMMENTO; FORSE, MA NON MI FIDO, LE ELEZIONI SI AVVICINANO A GRANDI PASSI, ED UN GESUITA ( PERDIPIù PAMPERO) FIUTA IL VENTO MEGLIO DI UN SIOUX.....

nopolcorrect

Mar, 09/01/2018 - 14:53

" non voluti talvolta solo perché malati o malformati o per l’egoismo degli adulti" Non voluti per il loro bene, per non far vivere loro una vita da disgraziati e, si, anche per il bene dei genitori che possono avere successivamente un figlio felice per sé e per loro. Basta,basta, basta con la retorica, Bergoglio se la prenda col suo Dio che fa nascere degli infelici handicappati. E' o non è onnipotente? E allora...io se fossi onnipotente non farei nascere dei poveracci che trasformerebbero in poveracci anche i loro genitori.

c'eraunavoltal'Uomo

Mar, 09/01/2018 - 14:55

NICK2: HO SPULCIATO REPUBBLICA E NON HO TROVATO QUESTA NOTIZIA NEANCHE NELLA CRONACA SPORTIVA, PER CUI LA RINGRAZIO PER LA SUA CERTOSINA RICERCA NEI "SOTTOSCALA" ( ERA APPENA A LATO DELLE NOTIZIE Più FRESCHE ED ATTUALI) DEL GIORNALE... MIO COMMENTO: LE ELEZIONI SI STANNO AVVICINANDO AL GALOPPO, E, FORSE, IDA PERFETTO GESUITA ( PER DI PIù PAMPERO) HA ANNUSATO IL VENTO MEGLIO DI UN SIOUX.....

nopolcorrect

Mar, 09/01/2018 - 14:55

Un Dio onnipotente non dovrebbe far nascere dei poveri handicappati che costringano i loro genitori a vivere una vita da poveri disperati.

giangar

Mar, 09/01/2018 - 15:25

c'eraunavoltal'Uomo 14:42 - Ah sì, certo, le elezioni... Ma in quale lista si presenta il Papa? Per completezza di informazione, non che la cosa mi interessi particolarmente, guardi nella sezione blog le "Note a margine" di Paolo Rodari "Il Sessantotto di Francesco oltre gli stereotipi"

Massimo Bocci

Mar, 09/01/2018 - 15:35

Il Pampero, per la famiglia tradizionale??? Quale??? Ha quella delle comuni comuniste o Transgender oppure delle sue colonie ong Africane (finanziate con i nostri soldi) dove l’unica affettuosità è lo stupro procreativi per implementare l’invasione dell’Occidente,speriamo solo che su questa ennesima balla non ci imponga di subire l’ennesima enciclica, di come noi suoi uditori obbligati (e molto beoti) se le devono bere tutte le novelle dello stento.

PEPPA44

Mar, 09/01/2018 - 16:26

Bergoglio non parlare della responsabilità della famiglia perchè non sai nemmeno lontanamente cosa voglia dire; lei e tutto il clero che pur di non avere responsabilità vi siete fatti preti per poter vivere agiatamente alle spalle del prossimo senza sapere cosa significhi guadagnarsi da vivere col sudore della fronte e cosa comporti allevare un figlio quando poi c'è "qualcuno" che nel bel mezzo della vita te lo porta via chissà per quale insano progetto. Per un solo giorno faccia silenzio per favore.

mister_B

Mar, 09/01/2018 - 16:33

e i "massaggi" dell'infido boezi contro il papa proseguono...

@ollel63

Mar, 09/01/2018 - 17:12

meglio tardi che mai: si accorge ora che "LIBERI e UGUALI" è una fandonia che può albergare solo nelle teste vuote di sinistrati, stellati, e ... anche bergoglìo c'è cascato ...

beowulfagate

Mar, 09/01/2018 - 17:16

Quando gli levano il fiasco sproloquia un po' meno.Vero,Totonno?

Ritratto di adl

adl

Mar, 09/01/2018 - 17:16

Bella la letterina post befana. Sembra scritta per talune nuore indossatrici di ciabatte, libere e diseguali, affinchè suocera Onu, intenda.

tosco1

Mar, 09/01/2018 - 17:47

Da queste esternazioni ,che sorprendono, essendo questa volta in linea con la dottrina della chiesa, diversamente dal solito, non e' difficile comprendere pienamente il giudicio negativo del suo superiore in merito all'idoneita' di Bergoglio ad incarichi Vescovili.L'instabilita' di giudizio,la non coerenza, sono gravi handicapp per incarichi di responsabilita' in qualunque attivita'.Un manager industriale , un comandante militare,un direttore finanziario, o altro, sarebbero precipitosamente rimossi.Solo in politica italiana, promossi ad altro incarico,in Vaticano ...non so, e' da vedere.

piazzapulita52

Mar, 09/01/2018 - 18:12

UN CONSIGLIO PER TUTTI!!! NON VALE LA PENA DI FARE COMMENTI SULLE STUPIDAGGINI CHE CONTINUA A VOMITARE QUESTO PAGLIACCIO VESTITO DI BIANCO!!! LASCIATELO PERDERE, ORMAI NON LO ASCOLTA PIU' NESSUNO!!! NEMMENO I PIU' ACCANITI "BACIAPILE"!!!