Covid, la fondazione Guido Carli propone la giornata della Rinascita: "Il 18 settembre nel segno della speranza"

Sei mesi dopo la Giornata nazionale in memoria delle vittime del COVID-19, la fondazione Guido Carli propone la giornata della Rinascita per il 18 settembre

Covid, la fondazione Guido Carli propone la giornata della Rinascita: "Il 18 settembre nel segno della speranza"

La pandemia ha inevitabilmente cambiato il volto del pianeta e il nostro Paese è stato uno dei più colpiti in Europa. Siamo stati i primi a dover fare i conti con uno tsunami travolgente, che dalla metà di febbraio del 2020 ha radicalmente mutato il volto dell'Italia. È stato messo il pausa il nostro modo di vivere, sospese le libertà fondamentali e, soprattutto, abbiamo dovuto fare i conti con decine di migliaia di morti in un anno a causa del coronavirus. Il 18 marzo di ogni anno verrà celebrata la Giornata nazionale in memoria delle vittime del COVID-19, un appuntamento che ha visto la luce per la prima volta quest'anno con una cerimonia solenne da parte del presidente del Consiglio a Bergamo. A sei mesi di distanza da quel giorno, però, la fondazione Guido Carli vorrebbe istituire un'altra giornata, quella della Rinascita, da fissare il 18 settembre.

Il premio Guido Carli

"Un'iniziativa senza precedenti sotto il segno della speranza e della fiducia in una vera rigenerazione nazionale", si legge nella nota stampa diramata dalla Fondazione, che ora si rivolge alle istituzioni affinché il suo appello venga ascoltato. La proposta è stata lanciata dalla presidente della fondazione Guido Carli, Romana Liuzzo, pochi giorni prima della cerimonia per la dodicesima edizione del Premio Guido Carli. L'evento, nel pieno rispetto delle normative contro il contagio da coronavirus, è in programma a Roma venerdì 7 maggio nella sala Sinopoli dell'auditorium Parco della Musica.

Il premio Guido Carli verrà assegnato a "personalità che in questo momento storico si siano distinte per il loro impegno sociale e le loro competenze, intellettuali che hanno lasciato il segno con i tratti distintivi della loro solidarietà". Presente alla premiazione anche il sindaco di Roma, Virgina Raggi. "Il Premio ogni anno celebra soprattutto il valore della memoria e la sua importanza nella costruzione del futuro", spiega il presidente della Fondazione. Romana Liuzzo, poi, prosegue: "Noi lo facciamo attingendo al lascito morale e culturale, alla vocazione etica di Guido Carli, quanto mai attuali e necessari per uscire dalla crisi, e chiediamo alle più alte cariche istituzionali e alle forze politiche uno sforzo in termini di coraggio, un investimento sul futuro dopo un anno di sofferenze".

"La Rinascita a cui siamo chiamati a credere"

La data del 18 settembre non è a caso. Oltre a coincidere coi i 6 mesi dopo il 18 marzo, quel giorno del 2021 potrebbe anche essere raggiunta un'adegnata soglia vaccinale. "Non solo sanitaria, ma anche economica: è la rinascita in cui tutti siamo chiamati a credere, e la Fondazione è impegnata in un percorso ideale che in questi tempi assai critici ha nella fiducia e nell'ottimismo le sue pietre miliari", ha concluso.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti