Facebook censura la Fontana delle Tette di Treviso

Un algoritmo ha individuato e bannato i capezzoli della storica statua che orna il centro di Treviso: le sue "Tette" evidentemente sono scandalose

La Fontana delle Tette è al suo posto da 458 anni, ma per Faceook è indecente e scandalosa.

Uno dei monumenti simbolo della città di Treviso, che raffigura una donna dai seni prosperosi, da secoli assicura fiotti di vino bianco e di vino rosso ai trevigiani in occasione di importanti ricorrenze.

Una vera e propria bandiera della Marca, costruita nel lontano 1559 su ordine del podestà delle Repubblica di Venezia Alvise da Ponte, in occasione di una crisi di siccità che colpì la città di Treviso e tutta la regione.

Ora però, scrive la Tribuna di Treviso, quei capezzoli scoperti hanno scatenato la reazione censoria dell'algoritmo di Facebook, oscurando alcuni contenuti dedicati alla Fontana delle Tette.

"Quando abbiamo cercato di promuovere la nostra galleria sul social network acquistando degli spazi promozionali -spiega un commerciante in articoli di antiquariato che ha la propria attività non lontano dalla Fontana - Abbiamo regolarmente pagato le inserzioni, abbiamo fatto tutto quel che andava fatto. Ma non c’è stato verso di vedere uscire la nostra promozione, i soldi ci sono pure tornati indietro". La colpa? Un video in cui compariva anche la famigerata Fontana.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cgf

Ven, 03/11/2017 - 11:09

Non è uno scherzo, ma ci pensate ai milioni, anzi miliardi di seguaci dell'islam, quelli che si eccitano al solo vedere una caviglia, quanta 'sete' gli viene vedendo questa fontana? Fosse per loro distruggerebbero anche il portico delle cariatidi nell'Eretteo, non tanto perché raffigurano umani, ma per la gamba in bella vista ed il volto scoperto con i capelli sciolti!!

ruggerobarretti

Ven, 03/11/2017 - 11:16

La colpa e' di chi ancora da' ossigeno a questi delinquenti. Parlo dei loschi figuri che si celano dietro al cancro dei social.

Ritratto di frank60

frank60

Ven, 03/11/2017 - 11:37

Scherziamo?copritela subito...per certe culture multietniche è oltraggiosa...ci dobbiamo integrare.

Ritratto di Giancarlo09

Giancarlo09

Ven, 03/11/2017 - 12:00

I paradossi degli americani che hanno gli strip club ed i bordelli ma poi censurano i capezzoli costringendo le soubrette ad attaccarci sopra il nastro adesivo per evitare che attraverso i vestiti ed il reggiseno se ne possa indovinare la forma. La loro è veramente una strana forma di puritanesimo.

Ritratto di Antero

Antero

Ven, 03/11/2017 - 12:15

Una splendida fontana !

ilbelga

Ven, 03/11/2017 - 12:21

per precisare la statua è si nel centro di Treviso pero appartata dietro una serie di negozi e all'interno di un cortile. per vederla bisogna andarci a posta... pertanto chi si scandalizza potrebbe anche stare zitto e nessuno lo obbliga ad andare da lei a vedere quelle bellissime tette.

Albius50

Ven, 03/11/2017 - 12:45

E la dimostrazione della lunga mano islamica di FB, prima o poi con l'appoggio CATTOSINISTRO toccherà anche a San Petronio di Bologna.

Ritratto di Flex

Flex

Ven, 03/11/2017 - 13:22

La madre degli stupidi è sempre incinta. Mi meraviglio non abbiano chiesto di mettere il burqa alla statua.

Ritratto di Civis

Civis

Ven, 03/11/2017 - 13:37

Ipocrisia americana

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 03/11/2017 - 14:02

Se è aperto al pubblico, i nordafricani l'hanno già stuprata. Quelli anche se non respira, la violentano.

frabelli1

Ven, 03/11/2017 - 14:23

Quando il puritanesimo ha il sopravvento, è buio per tutta l'umanità!

Ritratto di charlye08

charlye08

Ven, 03/11/2017 - 14:46

I soliti imbecilli non hanno altro da pensare?

Ritratto di giangol

giangol

Ven, 03/11/2017 - 18:30

Ma ancora date retta a sto cessobuk???