Cronache

Firenze, croato con patente falsa fa incidente e prova a corrompere i carabinieri

In seguito al sinistro, l’uomo non solo si è rifiutato di effettuare il test dell’alcol, ma ha tentato di corrompere i carabinieri: dopo i controlli, i militari hanno scoperto anche che il 56enne era in possesso di una patente visibilmente contraffatta. Fortunatamente solo ferite lievi per la famiglia coinvolta

Firenze, croato con patente falsa fa incidente e prova a corrompere i carabinieri

Ha centrato l’auto di una coppia che viaggiava in auto col figlio di 4 mesi nel pieno centro di Vicchio di Mugello (Firenze), ma è al momento dell’arrivo sul posto delle forze dell’ordine che ha dato il meglio di sé e sono iniziati ad emergere i veri problemi.

Il protagonista della singolare vicenda è un cittadino croato di 56 anni, che si trovava al volante di una vettura intestata al figlio quando è avvenuto il sinistro, intorno alle 20 di ieri. Durante un’azzardata manovra in retromarcia, l’uomo ha centrato in pieno un auto sulla quale si trovava una coppia di Borgo San Lorenzo (Firenze) ed il figlioletto di appena 4 mesi.

Dopo il forte impatto, sul posto sono sopraggiunti i soccorsi del 118, unitamente ad una pattuglia di carabinieri che si è occupata dei controlli di routine che vengono effettuati in seguito ad un incidente.

La prima richiesta al conducente della vettura che ha provocato il sinistro è stata quella di un controllo del tasso alcolemico. Il croato non solo si è rifiutato di effettuare la prova, ma ha addirittura tentato di corrompere i militari affinchè interrompessero l’indagine e le verifiche nei suoi confronti. Oltre il rifiuto a collaborare ed il tentativo di corruzione è emerso anche che il 56enne era in possesso di una licenza di guida fasulla e visibilmente contraffatta, per cui i capi di imputazione a suo danno sono iniziati a crescere.

L’uomo è stato pertanto deferito all’autorità giudiziaria per l’ostruzionismo durante i controlli, per il tentativo di corruzione, per uso di atto falso e, ovviamente, per guida senza patente.

I membri della famiglia coinvolta nel sinistro, fortunatamente, stanno tutti bene, compreso il bimbo. Trasportati al pronto soccorso dell’ospedale di Borgo San Lorenzo, sono stati medicati e poi dimessi senza alcuna complicazione.

Commenti