Incidente a Bergamo: un palpeggiamento alla base della tragedia

Doveva essere un sabato sera come tanti altri per Luca Carissimi e Matteo Ferrari trascorso all'interno della discoteca di Orio al Serio a Bergamo. Un palpeggiamento di troppo, qualche avance eccessiva ed ecco la tragedia

Luca Carissimi

Un palpeggiamento alla base della tragedia di sabato notte a Bergamo costata la vita a Luca Carissimi, di 21 anni investito mentre guidava la sua Vespa 125. L'amico che era con lui, Matteo Ferrara, è invece finito in terapia intensiva. L'autista della Mini Cooper che li ha investiti, un ragazzo di 33 anni, sarebbe successivamente risultato positivo all'alcol test. Gli investigatori ora spingono per il tamponamento volontario: Luca Carissimi e il 33enne avrebbero discusso precedentemente in discoteca.

Migliaia di persone invadono la pista della discoteca Setai ad Orio al Serio, paese che ospita l'aeroporto di Bergamo. Piste da ballo all'aperto e cocktail che rinfrescano le insolite calde ragazze bergamasche. Luca Carissimi si trova in discoteca con il suo amico Matteo Ferrara, entrambi stanno per lasciare il locale quando sembra che uno dei due abbia palpeggiato una ragazza vicino al bancone. Oltre al palpeggiamento anche qualche apprezzamento poco gradito. Ne nasce una discussione con il 33enne proprietario della Mini Cooper che sembra essere il fidanzato della ragazza palpeggiata. Il proprietario della discoteca l'ha definita: "Una scaramuccia da niente, come ne succedono centinaia ogni sera. I ragazzi sono stati ripresi dai buttafuori e tutto è stato bloccato sul nascere. La serata è andata avanti perché i due sono usciti mentre la coppia è rimasta all' interno. Erano clienti abituali: tutti e quattro gravitavano nel nostro locale ma non avevano mai dato alcun problema. Ora siamo senza sgomenti di fronte a questa morte assurda". Intorno alle 4:30 del mattino, a circa un'ora e mezza dalla prima discussione, nasce una nuova discussione. Questa volta però va a finire in tragedia: sì perché il proprietario della Mini sale sull'auto e si lancia all'inseguimento dei due in Vespa 125. Non si limita soltanto a spaventarli, li tampona violentemente e li butta a terra. Luca Carissimi, 21 anni, muore sul colpo. Il suo amico Matteo Ferrara, di 18 anni, sarà invece trasportato in ospedale dove rimarrà in terapia intensiva. Il proprietario della Mini Cooper inizialmente si era allontanato dal luogo dell'incidente, successivamente è tornato indietro e si è consegnato alla Polizia Stradale definendosi responsabile dell'incidente. È risultato positivo all'alcol test. Ha avuto un malore, in queste ore è piantonato da alcuni poliziotti nell'ospedale dove è ricoverato.

Commenti

diesonne

Lun, 05/08/2019 - 11:11

diesonne effeto collaterale della droga e dell'alcol e tutto finisce in tragedia,questo produce la discoteca che dovrebbe essere chiusa;la notte è fatta per riposare non per avvinazzarsi

vince50

Lun, 05/08/2019 - 12:05

Nessuna provocazione nessuna reazione,bisogna capirlo da vivi.

Lotus49

Lun, 05/08/2019 - 12:27

Manca totalmente l'autocontrollo. Ha prevalso la cultura del "bisogna provare tutto", "niente censure", "emozioni forti", "vietato vietare", ecc. e questo è il risultato. Ora bisogna ricostruire tutto sulle basi opposte: non bisogna affatto provare tutto, ma solo quello che fa bene alla salute; le emozioni forti non includono mettere a rischio la propria vita e quella altrui; l'ubriachezza e la demenza da droghe non sono da "fico" ma da carrettiere o da marinaio fuori servizio; la censura e l'auto-censura sono essenziali per il vivere civile. Gli animali sono spontanei, le persone civili si controllano.

scorpione2

Lun, 05/08/2019 - 12:46

nessun commento di felpini? nessuna espulsione? andiamo alle votazioni che ne vedremo delle belle.

Ritratto di makko55

makko55

Lun, 05/08/2019 - 13:15

@scorpione2, andiamo , andiamo, mi sa che ti giochi quel poco di fegato che ancora non ti sei roso alle ultime elezioni!

titina

Lun, 05/08/2019 - 13:19

Non giustifico assolutamente il tamponamento volontario, ma il ragazzo come si permette di palpeggiare una ragazza?

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Lun, 05/08/2019 - 13:31

A volte se le vanno proprio a cercare!

IVANKA

Lun, 05/08/2019 - 13:44

scorpione2 forse hai anche tu bisogno dell'alcool-test? Chi dovrebbe espellere "il felpino"? E' una brutta storia italiana e basta! Comunque tu sei un buon esempio di come vi abbiano annebbiato il cervello contro Salvini, ma provate a pensare con la vosta testa!!

agosvac

Lun, 05/08/2019 - 14:49

Scene di ordinaria follia: il mondo moderno è tutt'altro che equilibrato.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Lun, 05/08/2019 - 15:38

Situazioni dove ormai non c'e' differenza se portare un'arma o no. Non sara' il Far West delle pistole, ma a questo punto diventerebbe pure auspicabile un "duello" secondo regole minime. Qui siamo alla piu' animalesca legge della giungla.

frank173

Lun, 05/08/2019 - 16:17

Quello che ha fatto quest'uomo è equivalente a dare undici coltellate ad un carabiniere. Buttate via la chiave! Anzi, no. Quanto vale oggi in Italia una vita? A guardare le cronache, ci sono assassini che sono lasciati liberi dopo circa dieci anni, anche meno. Dategli 10 anni e liberatelo tra sei.