"Io, la donna con Denise? Vi dico la verità"

Ascoltata a "Chi l'ha visto?" una rom che in questi giorni è stata accusata di un coinvolgimento nel rapimento di Denise Pipitone: la donna ha smentito

Ora parla la rom: "Io, la donna con Denise? Vi dico la verità"

Completamente smentita la nuova segnalazione relativa alla scomparsa di Denise Pipitone. Nella puntata di ieri di Chi l’ha visto? è intervenuta Silvana, una donna rom che è stata segnalata nei giorni scorsi da una giovane.

Una ragazza di origine rom, Mariana, aveva infatti affermato che nel 2018, sulle tracce della propria famiglia naturale, aveva visitato Parigi, incontrando una donna che si faceva chiamare Florina e riconoscendo in realtà Silvana in una foto segnaletica. Secondo Mariana, Silvana/Florina era la donna che compare nel video di Danas girato da Felice Grieco nell’ottobre 2004, e in cui c'è una bimba che da sempre in molti credono essere la piccola Denise.

Silvana ha smentito seccamente di essere associata in qualche modo con il rapimento della bimba di Mazara del Vallo, mostrando anche una propria foto del 2004, in cui appare per nulla somigliante alla donna del video. “Devono avere vergogna, anche per questa mamma e questa figlia che è scomparsa - ha detto Silvana a chi l’ha accusata - Mi hanno fatto star male, mi hanno fatta andare in depressione, non dormo da 8 giorni”. Il suo avvocato ha rimarcato come tra l’altro Silvana sia stata anche accusata di reati che ha commesso quando era minorenne, non certo di recente. “Non sono mai stata a Parigi in un campo rom - ha aggiunto Silvana - Nel 2018 ero a Monza. Mi hanno anche fermata i vigili con una macchina senza patente”. Silvana ha mostrato i documenti del fermo che risalgono proprio ai giorni della visita di Mariana a Parigi. Ha anche mostrato dei pagamenti, in quei giorni, di bollette della luce a lei intestate. La donna ha promesso denunce se si continuerà a parlare di lei in questi termini, perché si sente umiliata.

Ospite in collegamento mamma Piera Maggio, che ha affermato di credere alla buona fede di tutti, ma ha invitato ancora una volta alla cautela, rimarcando come in questi anni abbia visto moltissime foto di presunte Denise, che però in alcune angolazioni delle foto inviate non assomigliavano in nessun modo alla sua bimba. Piera ha colto l’occasione per raccontare che alcune intercettazioni ambientali che hanno visto protagonista la sua famiglia sono servite a incalzare qualcuno a parlare, ricordando come i colpevoli vadano cercati fuori dai componenti, attuali o ex, della sua famiglia. “Tutti coloro che erano all’interno della mia famiglia sono stati rivoltati come un calzino - ha chiosato - le vittime non devono diventare carnefici”.

Un video è giunto anche dalla Sardegna, in cui si trova l’ex pm Maria Angioni, che nei giorni scorsi aveva segnalato l’immagine di una ragazza e che si è scoperto non essere Denise. “Io non ho sicurezze sulle foto - si è giustificato il magistrato - Ho ritenuto che potesse essere utile comunicare il mio personale convincimento su alcune situazioni”.

Infine a “Chi l’ha visto?” sono stati mostrati i video di Grieco. In particolare, è stato sottolineato che il momento in cui la bimba sembra dire “Dove mi porti?” non si vede l’immagine, e quindi non si può essere certi che sia lei a pronunciare quelle parole in italiano e con un’intonazione che potrebbe provenire dall’enclave linguistica di Mazara.