Ira Lilli Gruber contro i "fiancheggiatori di Salvini". Ma la Lega: "La fake è la sua"

Lilli Gruber ha accusato i "fiancheggiatori di Salvini" di far circolare fake news sul suo conto per una foto che la ritrae con Conte ma il partito prende le distanze e annuncia denuncia: mai pubblicato quello scatto

Ira Lilli Gruber contro i "fiancheggiatori di Salvini". Ma la Lega: "La fake è la sua"

Ira di Lilli Gruber contro i "fiancheggiatori di Salvini". La conduttrice di Otto e mezzo ha aperto la puntata di ieri gridando alla fake news per una foto che circola sui social. Si tratta di uno scatto che la riprende insieme a Giuseppe Conte mentre i due si stringono la mano, che non risale però all'ultima ospitata del presidente del Consiglio dello scorso lunedì ma a gennaio, quando ancora non c'erano le norme contro il Covid. Ma Matteo Salvini questa mattina ha smentito di aver a che fare con quel post.

"Fake news, fake news! Voglio aprire la trasmissione con una questione che riguarda Otto e Mezzo, ma che in realtà riguarda tutti", ha esordito con impeto la giornalista di La7 in apertura del suo programma. Il post mandato in onda da Lilli Gruber era molto chiaro: "Gruber-Conte, incastrati dietro le quinte. La mascherina, il distanziamento sociale dove sono???? Carezzina, stretta di mano... Meditate gente, meditate, ma fate presto!!!!". La foto è quella dell'incontro di diversi mesi fa, in pre-pandemia, quando le strette di mano ancora erano possibibili. Sentendosi punta sul vivo su una questione delicata come la sicurezza, Lilli Gruber si è sentita in diritto e in dovere di smentire una fake news, dimostrando attraverso il loro abbigliamento che non risale allo scorso lunedì: "Vedete che eravamo vestiti in un altro modo?". A dirla tutta serviva davvero un occhio allenato per vedere le differenze di abbigliamento delle due puntate, visto che si tratta solo della cravatta di Conte di un tono diverso, ma dello stesso colore, e degli orecchini di Lilli Gruber, che nello scatto è girata di spalle.

Ma, se è vero che il post circola sui social, non è stato pubblicato da nessun profilo ufficiale del partito di Matteo Salvini, tanto meno dal leader in persona. Infatti, poche ore dopo, il partito ha smentito categoricamente di aver pubblicato quella foto e utilizzato gli stessi toni usati dalla conduttrice per condannare quanto andato in onda: "Si tratta di una pagina Facebook chiaramente contraffatta con lo stesso nome e immagine di profilo di quella della Lega, ma priva del bollino blu che ne certifica l’autenticità. Diffidiamo chiunque dall’attribuire alla Lega Salvini Premier o al suo segretario messaggi e posizioni che non siano veicolati dai canali ufficiali". Nella nota, inoltre, il Carroccio promette denunce: "La Lega Salvini Premier e lo stesso Matteo Salvini si rivolgeranno nelle sedi competenti per denunciare l’accaduto, provvedendo innanzitutto a far chiudere la pagina fasulla".

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento