L'autovelox "in borghese" che scopre chi non paga l'assicurazione

Come se non bastassero le migliaia di autovelox posizionati su tutta la rete stradale, adesso arrivano anche quelli invisibili

L'autovelox "in borghese" che scopre chi non paga l'assicurazione

Come se non bastassero le migliaia di autovelox posizionati su tutta la rete stradale, adesso arrivano anche quelli invisibili. A Bergamo sono già avanti. Uno strano marchingegno era stato notato da alcuni automobilisti dentro una Golf, apparentemente parcheggiata, sulla strada di Cesirano, nei pressi di Bergamo. In tanti hanno pensato si trattasse di un autovelox "truffa", al punto da denunciarlo al quotidiano l'Eco di Bergamo. Ma c'ha pensato il comandante della polizia locale Andrea Radaelli a spiegare che quell'autovelox in incognito posizionato all'interno dell'auto era un vero e proprio rilevatore di velocità messo lì dal comune per scovare proprio i furbi dell'acceleratore e delle assicurazioni. Il comandante ha spiegato che il dispositivo, posizionato all’interno di una Golf sulla provinciale Francesca, si chiama Targha 193 e “serve a rilevare i veicoli senza assicurazione, non revisionati, rubati o sottoposti a fermo amministrativo”.

"E’ costato 8500 euro e sembrano ben spesi: la caccia ha dato ottimi risultati", ha spiegato. È da gennaio che viene utilizzato e ha già permesso alla polizia locale di Ciserano di elevare 350 verbali: 50 per veicoli senza assicurazione, 5 in fermo amministrativo e la rimanenza non revisionati. Il tutto per un ammontare complessivo di contravvenzioni pari a circa 85 mila euro.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti