L'idea di Gentiloni: corsi di yoga nelle scuole italiane

Il premier in visita in India fa inserire nel memorandum l'ipotesi di introdurre corsi di yoga nelle ore di educazione fisica delle nostre scuole

L'idea di Gentiloni: corsi di yoga nelle scuole italiane

Nelle scuole italiane potrebbero presto arrivare corsi di yoga.

La proposta ha un'origine autorevole: proviene addirittura dal memorandum italo-indiano firmato a Delhi dal presidente del Consiglio Paolo Gentiloni e dal suo omologo indiano Narendra Modi durante la recente visita di Stato.

Secondo la bozza elaborata dai due leader, l'idea sarebbe quella di "esplorare la possibilità di introdurrlo nel programma nelle scuole italiane e di ottenere la certificazione per l’insegnamento dello yoga da parte di istituzioni qualificate", con l'obiettivo di ridurre lo stress e potenziare le capacità di apprendimento.

Come ricorda il Corriere, peraltro, la Federazione Yoga ha già firmato ben cinque protocolli d'intesa con lo Stato italiano, sin dal 1998. Nei documenti si scopre che la scuola italiana "promuove, nel quadro del più vasto progetto educativo della singola istituzione scolastica, la diffusione dell’attività motoria finalizzata alla partecipazione della totalità degli alunni, per contribuire al processo di sviluppo della persona e al suo inserimento autonomo nell’ambiente; ritiene di consentire che nella scuola possano essere avviate iniziative di pratica yoga, considerato come uno dei metodi di sviluppo armonico della intera personalità e delle potenzialità di ogni singolo individuo".

Per ora le scuole possono aderire su base volontaria; resta da vedere se con il nuovo protocollo i corsi potrebbero essere invece introdotti su più larga scala.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti