Cronache

L'idea del Viminale: "Daspo a prostitute e clochard"

Il governo vorrebbe affidare maggiori poteri di polizia a questori e prefetti anche in materia di decoro e degrado urbano con provvedimenti interdittivi

L'idea del Viminale: "Daspo a prostitute e clochard"

Divieto d'accesso nei centri delle citTà a clochard e prostitute. Il governo vorrebbe affidare maggiori poteri di polizia a questori e prefetti anche in materia di decoro e degrado urbano. Ovvero dar loro la possibilità di intervenire su temi che vanno dalla prostituzione al cosiddetto accattonaggio, passando per i locali notturni troppo rumorosi, con provvedimenti interdittivi. L'ipotesi su cui sta lavorando il ministero dell'Interno, darebbe a questori e prefetti la possibilità di applicare anche in queste materie ordinanze analoghe al Daspo, il provvedimento col quale attualmente possono impedire l'ingresso allo stadio ad alcuni tifosi, a prescindere da eventuali responsabilità penali.

Al momento, l'idea allo studio dei tecnici del Viminale e degli esperti più vicini al ministro Angelino Alfano è solo uno studio. Un primo testo potrebbe essere pronto nelle prossime settimane ma in ogni caso i tempi di approvazione non sarebbero immediati, visto che si pensa di mandare avanti la proposta tramite un disegno di legge di iniziativa governativa. Ma nonostante le prudenze del caso, la prospettiva di ampliare i poteri di intervento nel cosiddetto ”diritto di polizia” permettendo ordinanze interdittive o restrittive, potrebbe diventare presto una realtà.

Commenti