Limbiate, esasperato dal pianto del bimbo, 76enne accoltella il padre

Come riferito agli inquirenti, il pensionato ha agito perché stanco dei ripetuti pianti del piccolo. Il padre 30enne di quest'ultimo è stato colpito da due coltellate. Ferito anche un secondo vicino intervenuto in soccorso della vittima

Esasperato dai pianti del figlio del vicino di casa, di un anno d'età, ha deciso di rivalersi sul padre 30enne, affrontandolo ed accoltellandolo dopo essersi appostato in attesa del suo passaggio all'interno di un condominio della periferia di Limbiate (in provincia di Monza e Brianza). Oltre a ciò, tra l'altro, si è scagliato anche contro un secondo vicino, un 50enne accorso in aiuto della vittima, rimasto ferito da un fendente che per fortuna lo ha colpito solo di striscio.

Il responsabile dell'aggressione è un pensionato di 76 anni, da tempo in pessimi rapporti di vicinato con il dirimpettaio, tratto in arresto dai carabinieri del comando di Desio con l'accusa di tentato omicidio.

I fatti si sono verificati, come riportato dalla stampa locale, durante la mattinata dello scorso mercoledì 22 gennaio quando, come da lui stesso raccontato agli inquirenti, il pensionato ha deciso di entrare in azione per vendicarsi del 30enne, giovane padre che viveva nell'appartamento sito sullo stesso pianerottolo dello stabile di via Sardegna (Limbiate).

L'aggressore, vedovo, ha riferito di aver agito in quel modo in quanto esasperato perchè non più in grado di dormire a causa dei ripetuti pianti del figlio della vittima, un bimbo di un anno. Col genitore del piccolo, tra l'altro, i rapporti erano tesi da qualche tempo, almeno un anno secondo gli altri condomini interrogati durantre le indagini.

Completamente fuori di sè, il 76enne ha deciso quindi di rivalersi sul vicino, appostandosi verso le 7 del mattino in un luogo in cui era certo che quest'ultimo sarebbe passato per recarsi come ogni giorno sul posto di lavoro.

Dopo averlo visto arrivare, ha estratto da una tasca un coltello dalla lunga lama ed ha sferrato un fendente in sua direzione, ferendolo all'avambraccio, prima di affondare un secondo colpo all'altezza dell'addome.

Per fortuna del 30enne, la scena è stata vista da un altro vicino di casa, un uomo di 50 anni, che ha subito cercato di difendere la vittima e di bloccare l'aggressore. Nella colluttazione anche lui è rimasto ferito, a causa di una coltellata che per sua fortuna lo ha colpito solo di striscio.

Sul posto sono giunti i carabinieri di Desio, che hanno sequestrato l'arma dalla lama lunga 30 centimetri usata dal pensionato nell'aggressione ed un secondo coltello che teneva nascosto nel giubbotto.

Il 30enne è stato trasferito d'urgenza all'ospedale di Garbagnate Milanese, dove si trova tuttora ricoverato: le sue condizioni non sarebbero gravi.

L'aggressore, in stato di fermo, dovrà rispondere dell'accusa di tentato omicidio.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.