Loris, così Veronica avrebbe premeditato l'omicidio

Si complica la posizione processuale per la mamma di Loris, accusata di aver ucciso il bambino. Dopo essere stata trasferita in una struttura psichiatrica, il processo a suo carico prosegue

Si complica la posizione processuale per la mamma di Loris, accusata di aver ucciso il bambino. Dopo essere stata trasferita in una struttura psichiatrica, il processo a suo carico prosegue. L'accusa sostiene la tesi dell'omicidio volontario e così provavno a spiegare le motivazioni per cui chiedono la condanna della mamma di Loris. Veronica Panarello avrebbe premeditato l’omicidio del piccolo Loris Stival. Lo scrive il settimanale Giallo che spiega come il gup Andrea Reale abbia chiesto il rinvio a giudizio per omicidio volontario con l’aggravante della premeditazione e occultamento di cadavere.

La donna, infatti, contrariamente alle sue abitudini aveva lasciato l'auto in garage (in modo da poter trasportare il corpicino di Loris senza essere notata dai vicini) e poi avrebbe fatto dei sopralluoghi al Vecchio Mulino, il luogo in cui è stato poi ritrovato il corpicino del piccolo. Francesco Villardita,l’avvocato della donna accusata del crimine più tremendo, quello di aver ucciso il proprio bambino, ha chiesto il giudizio abbreviato dopo una perizia psichiatrica. Questo vuol dire che la donna, se sarà ritenuta capace di intendere e volere, sarà giudicata sulla base delle prove raccolte e, in caso di condanna, otterrà lo sconto di un terzo della pena.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

evuggio

Mer, 09/12/2015 - 17:45

per la pena, si potrebbe chiedere la "consulenza" dei tecnici dell'isis