Cronache

Dopo il maiale di Roma, a Torino spunta un cinghiale

La saga dello "zoo a Cinquestelle" prosegue. Dopo il maiale di Roma, scovato a razzolare tra i rifiuti della Capitale, è il turno di Torino dove, stamattina, è comparsa la carcassa di un cinghialetto

Dopo il maiale di Roma, a Torino spunta un cinghiale

È giallo a Torino. Nella città della grillina Appendino, da stamattina, non si parla d’altro. A farla da padrone sulla cronaca cittadina è il “delitto di via Cecchi 40”. Nella periferia nord del capoluogo sabaudo, alle 10 e 30 di questa mattina, è comparso il cadaverino di un cinghialetto.

Allarmati dalla scoperta, i residenti hanno allertato la polizia municipale e l’Amiat che hanno provveduto a rimuovere la carcassa, pulendo l’asfalto dalle chiazze di sangue. Ma cosa ci fa un cinghiale in città? Secondo quanto ricostruito da La Stampa due uomini, a bordo di un furgone, avrebbero scaricato l’animale esanime per poi dileguarsi. Pino Lamendola, eletto consigliere nella VII circoscrizione con una lista civica di centrosinistra, non riesce a dare una spiegazione. “È una cosa molto strana – ha dichiarato Lamendola al quotidiano torinese – non riesco a spiegarmi il perché qualcuno abbia deciso di abbandonare il cinghiale lì, anziché magari gettarlo in un posto più nascosto”. E nel quartiere stanno prendendo corpo le idee più variegate. Un avvertimento? Uno scherzo? O più semplicemente chi ha investito l’animale ha deciso di scaricarlo in un quartiere già degradato?

cinghiale torino 2

Quella di Borgo Dora, in fin dei conti, è terra di nessuno, già nota alle cronache per frequenti episodi di spaccio, risse tra emarginati, bazar di merce rubata o contraffatta. La polemica politica è servita. Il ritrovamento dell’animale, per Fratelli d’Italia, diventa il simbolo dello sconfortante degrado in cui versano le borgate torinesi. A infliggere la prima stilettata alla sindaca pentastellata è Augusta Montaruli che fa subito il collegamento con il “maiale della Romanina”. “Che l’Appendino sia peggio della Raggi lo dimostrano i nostri marciapiedi”, attacca la meloniana, “a Roma si incontrano maiali tra i rifiuti a Torino troviamo le carcasse dei cinghiali”. E conclude: “Qui neppure loro riescono a sopravvivere”. Dello stesso avviso è anche Patrizia Alessi, consigliera di Fratelli d’Italia in VII Circoscrizione. “La verità – dice – è che ormai esistono zone della città cosi fuori controllo. Dove è finita l’attenzione di Appendino per le periferie?”.

Commenti