"Mi hanno lasciato senza lavoro e soldi. Ma sparerei di nuovo"

Ermes Mattielli si foga dopo la condanna a 5 anni di carcere: "Tutelati i delinquenti, non gli onesti"

La sua sentenza l'ha voluta. Nel senso che non ha mai chiesto il rito abbreviato né uno sconto di pena. Lui ai rom ha sparato, ma l'ha fatto per difendersi. Erano dei ladri, volevano portargli via tutti i suoi beni all'interno della sua ricicleria. Erano interessati al suo rame che con anni di lavoro aveva raccolto.

È rimasto immobile ad attendere il pronunciamento del giudice. In silenzio. Poi è arrivata la condanna. All'uscita dall'Aula era sconvolto, ma ha ribadito la sua scelta: sparerebbe ancora se due rom si presentassero di fronte a lui minacciosi.

"Mi hanno condannato - ha detto, intevistato dal Corriere - Questa è una mafia legalizzata: tutelano i ladri, mica gli onesti cittadini". E di certo non si aspettava una assoluzione: "Non ci speravo. L'avevo già detto che della giustizia mi fido poco. E non ci speravo perché cane non mangia cane, è sempre la solita storia".

Sul risarcimento di 135mila euro da dare è chiaro: "Con quali soldi lo pago? È una cifra che non possiedo assolutamente, non ho più nemmeno un lavoro". Infatti ha dovuto chiudere il suo deposito di ferrivecchi: "Sono senza un lavoro, disoccupato. E per colpa loro. Mi hanno fatto chiudere l'attività: nove mesi di sequestro del deposito, un verbale per il materiale in giacenza e un presunto inquinamento...".

Poi conclude. Sparerebbe di nuovo? "Sì. In fin dei conti non sono mica io quello che va a rubare in giro".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Raoul Pontalti

Ven, 09/10/2015 - 13:32

Bufalaio! non ti si erano parati davanti minacciosi, bensì eri stato tu ad accorrere udito il suono dell'allarme e ti eri messo a sparare all'impazzata invece di chiamare i carabinieri. Sei stato causa del tuo mal ora piangi te stesso.

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 09/10/2015 - 14:05

Sono d'accordo con questo povero disgraziato. La sentenza contro di lui è stata una cosa folle. Difendersi in base al valore dei beni che si rischiano di perdere? Follia pura! Chi si difende da un reato altrui mette in gioco la propria esistenza, la propria salute e quella dei suoi cari. Difese a peso e misura sono concetti da manicomio e non da persone sensate. Credono i giudici che un aggressore agisce in base al valore dei beni che deruba? Agisce con il massimo della violenza se si trova in difficoltà, il che costringe il derubato a fare altrettanto, oppure si preferisce che si faccia derubare magari dicendo ai ladri: "Prego si accomodino pure mentre io scrivo la denuncia contro di voi?", E' ora che il Parlamento intervenga a far abbassare le penne alla magistratura su cose come queste contro i diritti dei cittadini onesti e a favore dei reati dei criminali.

Lo Stivale

Ven, 09/10/2015 - 14:45

Leggendo i commenti di qualcuno ci si può rendere conto come il vero problema in Italia non sia la delinquenza straniera e rom, bensì la presenza di certi italiani che li difendono e cercano sempre delle attenuanti per i crimini di costoro. Sono questi i veri nemici del nostro Paese, gente da colpire.

gian paolo cardelli

Ven, 09/10/2015 - 15:16

Pontalti, i suoi interventi fanno veramente vomitare: le auguro di trovarsi nelle stesse condizioni di questa vittima del comunismo, e poi ci venga a dire quanto sangue freddo ha saputo dimostrare "dosando capillarmente la risposta all'entità effettiva della minaccia"... vada a nascondersi!

Raoul Pontalti

Ven, 09/10/2015 - 16:00

gian paolo cardelli la vittima del comunismo è vittima semmai del fascismo e del leghismo, posto che l'articolo 52 cp fu formulato da Rocco e rivisto da Maroni....E nonostante questo non è riuscito nemmeno a farsi passare la legittima difesa putativa (vedi caso Rececconi citato da altro commentatore) perché come lui stesso ha affermato, è intervenuto in seguito al suono dell'allarme uscendo di casa, precipitandosi al deposito di rottami e mettendosi a sparare all'impazzata e continuando a sparare mentre i ladri fuggivano. Neanche con un collegio giudicante composto da Salvini, Maroni e Bossi se la sarebbe potuta cavare.

Fire_3

Ven, 09/10/2015 - 18:55

Ha ragione Raoul Pontaldi, il polentone ha torto perchè è stupido e si merita la galera, non si inseguono due ladri sparando all'impazzata, semmai li si uccide e si fa in modo che la magistratura possa concedere la legittima difesa, sono sicuro che se due zingari si introducessero nella casa del signor Raoul lui userebbe tutta l'intelligenza che profonde nei post e i familiari non solo pagherebbero le spese del funerale, ma se qualche ladro riuscisse a sopravvivere probabilmente lo risarcirebbe anche dei danni morali e materiali .. Buon macchiavellismo Fire

levy

Ven, 09/10/2015 - 19:40

Raul pontalti- aspetta che nel cuore della notte ti facciano visita un paio di malintenzionati armati, poi ne riparleremo.

maricap

Ven, 09/10/2015 - 20:06

Nella vita, di mer dacce me ho trovate tante. ma quello che posta a ripetizione le sue minchiate qui, le supera di gran lunga tutte. Approfittando del fatto che la famigerata 180 li ha fatti chiudere, lui qui impazza. A sto demente si può rispondere in un solo modo,mandandolo a fare in cu...

Cobra71

Ven, 09/10/2015 - 20:35

MASSIMA STIMA E RISPETTO! Pontalti al ROGO!

Mark_S

Ven, 09/10/2015 - 21:41

@Raoul "Sei stato causa del tuo mal ora piangi te stesso"??? Si, i delinquenti erano andati a portargli delle caramelle. Un onesto cittadino che lavora, paga le tasse, non rompe le palle a nessuno. Dei banditi vanno a ripetizione a rubare a casa sua, lo Stato è sempre più assente non lo difende...e lui sarebbe causa del suo male! Ma per favore! Oltretutto nell'art.52 c'è l'assurdo della proporzionalità, mette sullo stesso piano vittime e criminali. Puoi sparare solo dopo che ti hanno ucciso. Ma per favore!

Georgelss

Ven, 09/10/2015 - 21:49

Taci e defeca Pontalto, taci e defeca. Piu vile di te non c'e nessuno.

maricap

Sab, 10/10/2015 - 01:02

@Georgelss Si concordo pienamente, il caprone (Becco) delle dolomiti, ha lunghe corna, ed è vile, perverso e spacciator d'inganni.

maricap

Sab, 10/10/2015 - 01:09

@Georgelss Si vero, più vile di lui non c'è nessuno, ma non è l'unico al mondo.... ihihihih. Diciamo che i suoi compagni di merende, tutti con la tessera del Vendolicchia in saccoccia gli fan da corollario. Ancora una volta son costretto a ricordargli che idioti si nasce, poi inevitabilmente si vira a sinistra.