In due giorni salvati 1000 migranti: inviate tre motovedette di Lampedusa

In 629 sono stati tratti in salvo, da diverse imbarcazioni, e trasbordate sulla nave Aquarius della ong Sos Méditerranée. Due giorni di sbarchi e soccorsi nel Mediterraneo per far fronte alla partenza di oltre 1000 libici verso le coste europee

In due giorni salvati 1000 migranti: inviate tre motovedette di Lampedusa

Batte bandiera di Gibilterra la Aquarius, una nave da ricerca e soccorso (Sar) che appartiene all'organizzazione non governativa Sos Méditerranée (Msf). A bordo dell'Aquarius sono saliti 629 migranti, tratti in salvo mentre viaggiavano su gommoni o barconi di fortuna nelle acque al largo della Libia. Non si sa ancora dove verranno portate queste persone, tra cui vi sono 123 minorenni, sette donne incinte e undici bambini.

Nelle ultime ore vi sono state sei operazioni di soccorso in mare aperto. Il flusso di migranti che tentano di lasciare l'Africa, diretti verso l'Europa, continua senza soste. In due giorni sono oltre mille i migranti salpati dalla Libia.

L'ultima operazione di salvataggio è avvenuta in questo modo. A prestare i soccorsi tre mercantili (Vos Thalassa, Everest e Jolly Vanadio), la nave Aquarius e tre motovedette classe 300 della Guardia costiera italiana di base a Lampedusa. Circa quattrocento persone sono state tratte in salvo, dal mare, attraverso le diverse imbarcazioni impegnate nei soccorsi. La Aquarius, invece, ha recuperato 229 persone. Alla fine tutte i 629 migranti sono stati imbarcati sulla nave più grande, quella della ong Sos Méditerranée. Drammatico il salvataggio di alcuni migranti, il cui gommone si è rovesciato facendo finire in mare quaranta persone.

"Se qualcuno pensa che si ripeterà un’estate con sbarchi - aveva detto ieri il vicepresidente del Consiglio e ministro dell’Interno Matteo Salvini - senza muovere un dito, non è quello che farò come ministro. Non starò a guardare".