Milano, annullati test in Statale: il Tar boccia il numero chiuso

Il Tar del Lazio ha accolto il ricorso contro il numero chiuso nelle facoltò umanistiche dell'università Statale di Milano: test annullati

Si rischia il caos nell'Università degli Studi di Milano dopo che il Tar del Lazio ha accolto il ricorso presentato dall'Unione degli universitari (Udu) contro il numero chiuso nelle facoltà umanistiche.

Di fatto la decisione del tribunale amministrati annulla i test previsti nei prossimi giorni e dovrebbe garantire a tutti l'iscrizione con riserva al corso di laurea scelto, indipendentemente dai tetti previsti dall'università Statale.

"Avevamo denunciato sin da subito come la delibera adottata dagli organi accademici contenesse vizi formali e sostanziali, mancando di fatto sia una maggioranza vera che il rispetto della normativa nazionale, prima su tutte lalegge 264/99", dicono dall'associazione di studenti che parla di "vittoria storica", "Avevamo denunciato come la sordità dimostrata da chi doveva rappresentare tutta la comunità accademica aveva segnato un pericoloso precedente, oltre che un danno per il diritto allo studio di migliaia di studenti che volevano scegliere liberamente il corso del loro futuro".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

giovanni PERINCIOLO

Gio, 31/08/2017 - 20:34

Il Tar, se fosse cosa seria, dovrebbe caso mai cominciare con il proibire il malcostume dei fuoricorso professionisti!

Tarantasio

Gio, 31/08/2017 - 20:36

la decisione delTAR vale solamente per Milano, o no?

curatola

Gio, 31/08/2017 - 23:00

la solita cultura sinistra del dirittismo assoluto sostenibile solo da una capacità (economico-organizzativa) infinita. la solita esondazione della magistratura (TAR) che risponde solo a se stessa in nome dell'indipendenza dal potere politico e dal popolo sovrano.

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 01/09/2017 - 00:07

Fatemi capireee, il TAR del Lazio, decide sulla universita di Milano. e quello della Lombardia cosa decide nei confronti delle universita di Roma!!! Col FEDERALISMO ognuno decide per CASA SUA!!! AMEN.

maria angela gobbi

Ven, 01/09/2017 - 00:50

Vorrei sapere-senza intenti polemici-se il n.chiuso dipende da carenza di luoghi o altre necessità oggettive,solo per capire.Grazie

seccatissimo

Ven, 01/09/2017 - 04:18

x giovanni PERINCIOLO Gio, 31/08/2017 - 20:34 Secondo me i fuoricorso non creano problemi nè portano danni agli altri studenti, mentre un numero eccessivo di studenti iscritti ad una facoltà di una università certamente sì !

Ritratto di mircea69

mircea69

Ven, 01/09/2017 - 06:31

Una "vittoria storica" permettere a ogni somaro di frequentare l'università? Con quali prospettive dopo una laurea mediocre? Sarebbe meglio imparare a conoscere se stessi, riconoscere i propri limiti e progettare la vita in base alle capacità di cui si dispone.

incavolatobianco

Ven, 01/09/2017 - 10:26

il sacrosanto diritto allo studio non è la pretesa di far volare gli asini.Le facoltà umanistiche,poi,sforneranno un buon 60/70% di futuri disoccupati,un 10% troverà un'occupazione instabile,il restante ci darà libri di storia ,o geografia se non di filosofia e psicologia che pochi vorranno stampare e nessuno leggerà.Avanti,popolo,ma i padri mantenitori prima o poi andranno al Creatore;mi vien già da ridere!