Minaccia di morte i familiari con una motosega: bulgaro in manette

A denunciarlo uno dei quattro figli, scappato di casa durante l'ennesima lite familiare.

Minacciava periodicamente di morte i familiari brandendo una motosega e delle mannaie. Per questo motivo, i militari della compagnia di Corigliano Calabro, hanno fatto scattare le manette ai polsi di un cittadino bulgaro di 50 anni residente in provincia di Cosenza.

Come riportato dalla cronaca locale, i militari sono stati allertati nei giorni scorsi dalla telefonata di uno dei quattro figli dell'uomo. Il ragazzino, fuggito dalle grinfie del genitore, ha informato i carabienieri dell'ennesima lite familiare e delle minacce ricevute in più occasioni.

Tempestivo l'intervento degli uomini dell'Arma che, una volta giunti presso l'abitazione dell'uomo in contrada Bruscata Grande, hanno fermato il 50enne. Il bulgaro, in evidente stato di agitazione dovuto probabilmente all'abuso di sostanze alcoliche, ha inveito contro i familiari minacciandoli di morte, rei di averlo denunciato alle forze dell'ordine.

Come raccontato dai figli e dalla moglie, il 50enne è stato trovato in possesso di mannaie e motoseghe, con le quali in più di un'occasione avrebbe minacciato la famiglia. Mentre l'uomo è stato condotto presso la casa circondariale di Castrovillari a disposizione dell'autorità giudiziaria, la moglie è stata soccorsa dalla guardia medica a seguito delle lesioni subite durante l'ultima lite.

Il bulgaro dovrà adesso rispondere dell'accusa di maltrattamenti in famiglia.