Monza, si converte all'Islam per picchiare la moglie

Un italiano di 46 anni si converte all'Islam per sposare una 32enne marocchina. Dopo il matrimonio sono botte e insulti, fino alla denucia presentata dalla donna

Italiano si converte all'Islam per sposare una donna marocchina di 32 anni. Dopo le nozze sono solo botte e insulti, anche davanti alla figlia di tre anni. La donna, di 32 anni, dopo l' ennesima furibonda lite, ha trovato la forza di denunciare il 46enne, per paura che potesse mettere le mani sulla piccola, e si è rivolta ai carabinieri di Monza.

I militari dell' Arma, dopo averla ascoltata, l'hanno affidata ai servizi sociali. Adesso lei e la piccola sono ospitate da una comunità segreta e protetta. Il marito è stato deferito in stato di libertà.

Il matrimonio risale al 5 giugno 2006. I genitori della ragazza erano contrari, ma l'uomo aveva fatto di tutto per averla, compresa la conversione alla religione musulmana. La coppia si era conosciuta nell' estate del 2005, quando il 46enne aveva aperto una ditta di auto a noleggio nella capitale marocchina, Rabat, che è poi fallita.

Lei era innamorata e contenta di venire in Italia fino a quando, arrivata a Lissone nel 2007, il marito ha mostrato il suo vero volto (secondo la testimonianza affidata ai carabinieri): un violento che amava alcol e droga.

Quando, nel 2015, il 46enne ha perso il lavoro, sempre stando al racconto della presunta vittima, è diventato ancora più violento. Lo scorso anno, mentre erano in vacanza, avrebbe minacciato di ucciderla con un coltello.

L'incubo è andato avanti fino all'ultima lite, scatenata dalla richiesta di soldi da parte dell'uomo che voleva comprarsi alcol e droga. Così la donna si è chiusa in camera da letto per contattare il 112. Le indagini sono in corso.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Antero

Antero

Mer, 31/08/2016 - 16:33

Convertito o rinnegato ?

Ritratto di il navigante

il navigante

Mer, 31/08/2016 - 17:17

@Angelo Scarano: Mi scusi ma dopo avere letto il titolo del suo articolo ed i fatti riportati, che non c'entrano nulla con il titolo, non so cosa pensare di lei: o lei è in malafede, o forse dovrebbe cambiare mestiere.

VittorioMar

Mer, 31/08/2016 - 17:31

...ha capito che, le donne per i musulmani ,sono oggetti da vendere o comprare.e a piacimento con o senza motivo,poterle picchiare!!....quando l'uomo è uomo!!

PerQuelCheServe

Mer, 31/08/2016 - 18:05

Questo non si è convertito per picchiare la moglie (cosa che avrebbe fatto comunque) - semmai per poter avere il consenso della famiglia a fargli sposare la ragazza. Un po' di onestà intellettuale, per favore.

Nerone2

Mer, 31/08/2016 - 18:22

Angelo Scarano si vergogni per aver scritto un titolo di quel genere che non ha nulla a che vedere con la storia nell'articolo. ... @il navigante, Angelo Scarano deve cambiare mestiere. Il ciabbattino forse gli si addice!!

ziobeppe1951

Mer, 31/08/2016 - 20:32

È ovvio che i drogati si rivolgono a maomAtto

Ritratto di ateius

ateius

Mer, 31/08/2016 - 21:18

infatti… islam moderato od estremista.- L’Islam considera la donna portatrice del peccato.- e per questo deve essere coperta segregata.. e all’occorrenza pure menata. lo ha capito pure questo italiano, che si è adeguano volentieri.

Ritratto di scipione scalcagnato

scipione scalcagnato

Mer, 31/08/2016 - 21:41

Se voleva picchiare la moglie non aveva alcuna necessità di convertirsi all'islam. Titolo fuorviante.

rokko

Mer, 31/08/2016 - 21:56

Sì d'accordo, ma la faccenda descritta nel testo ed il titolo dicono due cose diverse

Tuthankamon

Mer, 31/08/2016 - 23:11

Un deficiente simile esiste veramente?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 01/09/2016 - 00:44

A tutti i contestatori del giornalista, visto che vi sentite fenomeni, perchè non mandate il vostro curriculum alle redazioni, le quali capiranno subito che siete in possesso di grandi qualità oratorie e vi assumeranno di sicuro. Io starò qui, al vostro posto, a lagnarmi di quelle che scriverete, esattamente come fate voi. Ma se nessuno vi farà scrivere, significa che non siete così fenomeni. Quindi un pò di umiltà.

claudio63

Gio, 01/09/2016 - 03:00

SIG. SCARANO:NON E'CONVERSIONE MA ACCETTAZIONE DELLA RELIGIONE DELLA SPOSA.MIA MOGLIE IRANIANA, MUSULMANA SCIITA, ALL'ATTO DEL MATRIMONIO MI CHIESERO FORMALMENTE DI NON CAMBIARE LA RELIGIONE DELLA SPOSA.IL RESTO E' FUORVIANTE,SE IL TIZIO HA ABUSATO DELLA MOGLIE VA PUNITO,A PRESCINDERE DAL CREDUME RELIGIOSO.IL RESTO E' MALAFEDE E DISINFORMAZIONE ALLA "SAGGI DI SION". PUBBLICARE PREGO.

simone2

Gio, 01/09/2016 - 06:48

Cazzata assurda!!! Che c'entra la religione!!!! Sono litigi per problemi di ogni tipo, ma se è la moglie a picchiare il marito fate finta di niente!!!! In quel caso di che religione si tratta?

lavieenrose

Gio, 01/09/2016 - 09:38

Nerone2 perfavore ripassi l'italiano

Ritratto di scipione scalcagnato

scipione scalcagnato

Gio, 01/09/2016 - 21:21

x Leonida55: è noto a tutti (meno che a lei) che il titolo non lo mette il giornalista estensore dell'articolo, bensì il titolista.