Napoli, sequestrati 250 chili di molluschi adulterati

Si tratta di pesce sia fresco sia congelato ritirato dai carabinieri dei Nas a Pozzuoli. Le forze dell’ordine sono riuscite a risalire all’attività illecita grazie ai controlli degli ultimi giorni, che si sono intensificati in vista delle festività di Capodanno

Napoli, sequestrati 250 chili di molluschi adulterati

Sarebbero finiti sulle tavole bandite per il cenone di Capodanno, creando seri danni alla salute. Sono stati sequestrati in tempo, prima che venissero immessi sul mercato, 250 chili di prodotti ittici adulterati. Si tratta di pesce sia fresco sia congelato, ritirato dai carabinieri dei Nas a Pozzuoli, in provincia di Napoli.

I prodotti finiti sotto sequestro sono prevalentemente molluschi: cozze, vongole e telline. Sono infatti stati rilevati 22 illeciti amministrativi per un valore totale di oltre 45mila euro. Erano prodotti contraffatti e pericolosi per la salute dei compratori. I molluschi sono stati immediatamente tolti dal commercio, poiché erano destinati al cenone di San Silvestro.

Le forze dell’ordine sono riuscite a risalire all’attività illecita grazie ai controlli degli ultimi giorni, che si sono intensificati in vista delle festività di fine anno. La mancanza delle informazioni obbligatorie per i prodotti e le frodi commesse nell’esercizio di vendita hanno fatto sì che i venditori venissero smascherati e la loro merce sequestrata.

L’operazione, definita col nome di “Confine Illegale”, era iniziata a fine novembre per il periodo delle feste ed è stata eseguita da un’intelligence investigativa su scala nazionale, che ha portato anche a Napoli a scoprire la partita di prodotti ittici adulterati.

Commenti