Se ora l'imam "ascolta" il Papa: "D'accordo su sbarchi e accoglienza"

L'Imam di Catania Abdelhafid Kheit invita ad "ascoltare gli insegnamenti di papa Francesco" sui migranti: "Le persone non possono certo essere buttate per strada"

Se ora l'imam "ascolta" il Papa: "D'accordo su sbarchi e accoglienza"

Dal Papa agli imam, si crea un "asse" religioso a favore degli sbarchi dei migranti. I 47 migranti della Sea Watch sono fermi al largo di Siracusa in attesa di istruzioni su dove approdare. Il governo invia lettere all'Olanda per chiedere di prendersi carico degli immigrati. Salvini tiene il punto, deciso a tenere "i porti chiusi". E dopo l'appello di Francesco, ora anche l'imam di Catania chiede di non lasciare "settimane in mare" i naufraghi della Ong.

"A prescindere da quando avvenuto e da quanto si legge in questi ultimi giorni in fatto di accoglienza e di migranti - dice l'Imam di Catania, Abdelhafid Kheit, all'Adnkronos - il nostro motto è 'restiamo umani'. Prima di ogni soluzione che va trovata con l'Italia che non può essere lasciata da sola dall'Europa, le persone comunque non possono certo essere buttate per strada o per giorni e settimane in mare". Il vice Presidente della comunità islamica in Sicilia si è poi rivolto al governo in generale e in particolare al ministro dell'Interno Salvini: l'augurio è quello di "ascoltare e fare proprie le parole e gli insegnamenti di Papa Francesco".

Bergoglio all'Angelus di cinque giorni fa, prima di partire per il viaggio a Panama, aveva detto di avere "due dolori nel cuore". Uno di questi era il Mediterraneo: "Penso alle 170 vittime del naufragio - diceva il pontefice - nel Mediterraneo cercavano futuro per la loro vita. Vittime forse di trafficanti. Preghiamo per loro e per coloro che hanno responsabilità per quello che è successo".

Intanto si infiamma la polemica politica. Il Pd ha chiesto una commissione di indagine sulle morti nel Mediterraneo. Intellettuali e gli scrittori, invece, hanno redatto e firmato l'ennesimo appello a favore dell'accoglienza. E mentre la polizia sta svolgendo "verifiche" sull'operato di Sea Watch, il governo non sembra voler fare passi indietro e chiede all'Olanda di farsi carico dei 47 immigrati

Commenti