Confermato il sequestro della nave della ong Iuventa

L'imbarcazione è stata fermata ad agosto per favoreggiamento dell'immigrazione

Confermato il sequestro della nave della ong Iuventa

La Corte di Cassazioneha confermato oggi il sequestro della Iuventa, la nave dell'ong tedesca Jugend Rettet che venne sequestrata il 2 agosto dal gip di Trapani con l'accusa che fosse stata utilizzata per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.

L'ong aveva presentato ricorso contro l'ordinanza di sequestro, ma il tribunale l'ha rigettato. Entro un mese saranno pubblicate le motivazioni della sentenza. Di pochi giorni fa il dissequestro a Ragusa della imbarcazione Open Arms, della organizzazione catalana Proactiva.

"La Cassazione di Roma è il livello giudiziario più elevato in Italia. Le misure legali qui sono esaurite. Possiamo considerare di andare alla Corte europea dei diritti dell'uomo. Valutiamo i passi successivi", hanno scritto in una nota i responsabili di Jugend Rettet, che parlano di "accuse e situazioni assurde", sostendo che "le Ong vengono criminalizzate, mentre la guardia costiera libica commette violazioni internazionali ogni giorno. Il caso di Iuventa è un precedente che punta alla criminalizzazione delle attività di soccorso e solidarietà a favore delle persone in fuga. Finchè le persone muoiono nel Mediterraneo, andremo avanti".