Neonazismo, arresti in tutta Italia: stavano fondando un partito

Sono scattati arresti in tutta Italia dopo le indagini della Digos di Enna che ha scoperto l'esistenza di un gruppo di neonazisti intenti a formare un nuovo partito con tanto di disponibilità di armi ed esplosivi. Coinvolto un componente della 'ndrangheta

Neonazismo, arresti in tutta Italia: stavano fondando un partito

Un partito filonazista, xenofobo e antisemita che avrebbe dovuto chiamarsi Partito Nazionalsocialista Italiano dei Lavoratori ispirato dai dettami del neonazismo. Le indagini della Digos di Enna hanno però bloccato il tutto facendo scattare arresti in tutta Italia e fermando, grazie anche all'intervento del Servizio Antiterrorismo Interno, quello che avrebbe potuto essere un vero e proprio nuovo partito filonazista. Tra gli arrestati anche un componente di spicco della 'ndrangheta calabrese, pluripregiudicato che secondo le intercettazioni avrebbe dovuto occuparsi di fornire addestramento militare agli arruolati. Inoltre, sempre stando a quanto riferito dagli organizzatori, c'era un'ampia disponibilità di armi ed esplosivi. Ecco quindi l'intervento del Servizio Antiterrorismo Interno. In tutto 19 perquisizioni in tutta la Penisola e altrettanti arresti nei confronti degli estremisti di destra coinvolti. Il componente della 'ndrangheta coinvolto è un ex referente di Forza Nuova per il ponente liguro oltre a passato collaboratore di giustizia. L'ispirazione al neonazismo del partito ha spinto la Digos ad intervenire.

Il reclutamento avveniva attraverso i social network, è emersa anche una chat nascosta su Facebook chiamata "Militia" che serviva ad addestrare i nuovi militanti di estrema. Dalla ricostruzione della Digos, che prima di intervenire ha scavato nella vita digitale di militanti e organizzatori, è emerso che lo stesso gruppo stava tentando di diventare internazionale anche attraverso il tentativo di contatto di organizzazioni di rilievo a livello mondiale come White Aryan Resistance, organizzazione neonazista fondata negli Stati Uniti d'America nel 1983 da Tom Metzger Gran Dragone del KKK e basata a Warsaw, nell'Indiana. Oppure sono emersi vari contatti con Combat 18 (o C18-318). Sul Fatto Quotidiano si legge inoltre che questo percorso di formazione del nuovo partito ha trovato concreta possibilità di realizzazione anche grazie alla "Conferenza Nazionalista" svoltasi a Lisbona lo scorso 10 agosto in cui gli stessi hanno trovato agganci all'interno di un'altra grande organizzazione filonazista chiamata Nova Ordem Social, della destra lusitana. Nella stessa conferenza si sono incontrati estremisti di destra d'ispirazione nazionalsocialisti e una componente del Partito Nazionalsocialista Italiano dei Lavoratori era stata inviata in qualità di redattrice. La stessa si era distinta per l'accesa retorica antisemita che aveva caratterizzato tutto il suo intervento.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti