"Non è stato stupro, ma...". Un sms potrebbe smentire Asia Argento

L'attrice nega rapporti sessuali con Bennett. Ma il sito Tmz pubblica gli sms che lei avrebbe inviato : "Non è stato stupro, ma ero gelata"

"Non è stato stupro, ma...". Un sms potrebbe smentire Asia Argento

Un sms inviato al compagno Anthony Bourdain potrebbe smentire quanto dichiarato oggi da Asia Argento. L’attrice, finita nella bufera dopo lo scoop del New York Times, oggi aveva provato a difendersi dall’accusa di aver pagato il silenzio Jimmy Bennet che l’aveva accusata di violenza sessuale.

L’Argento ha parlato di “persecuzione” nei suoi confronti e, pur ammettendo che i 380mila dollari sono finiti a Bennett, ha respinto "il contenuto dell'articolo pubblicato dal New York Times che sta circolando nei media internazionali”. Il punto centrale della nota diffusa dall’attrice è questo: “Non ho mai avuto alcuna relazione sessuale con Bennett", ha scritto nero su bianco Asia.

In serata, però, dopo la conferma del Nyt che definisce “verificate” le notizie pubblicate ieri, anche il sito di gossip Tmz entra a gamba tesa sulla vicenda. Il sito ha pubblicato il testo di alcuni sms che la attrice avrebbe inviato all’ex compagno Anthony Bourdain. E che sembrano suggerire che il rapporto sessuale ci sia stato.

"Non è stato stupro ma ero gelata - avrebbe scritto nel messaggio la Argento al celebre chef - Lui era sopra di me dopo avermi detto che sono stata la sua fantasia sessuale da quando aveva 12 anni". Nello scambio di messaggi, Bourdain scrive anche che il pagamento "non è ammissione di niente, nessun tentativo di comprare il silenzio, semplicemente un'offerta per aiutare un'anima torturata che cerca disperatamente di spillare denaro".

E questa versione è stata confermata anche dalla Argento nella sua nota di oggi. “Bennett - ha scritto Asia - sapeva che il mio compagno, Anthony Bourdain, era percepito quale uomo di grande ricchezza e che aveva la propria reputazione da proteggere in quanto personaggio molto amato dal pubblico. Anthony insistette che la questione venisse gestita privatamente - ha aggiunto Asia Argento - e ciò corrispondeva anche la desiderio di Bennett. Anthony temeva la possibile pubblicità negativa che tale persona, che considerava pericolosa, potesse portarci. Decidemmo di gestire la richiesta di aiuto di Bennett in maniera compassionevole e venirgli incontro. Anthony - ha proseguito l’attrice - si impegnò personalmente ad aiutare Bennett economicamente. A condizione di non subire più intrusioni nella nostra vita".

Commenti