"Noi, nella rsa in preda al virus Ma la Regione Toscana ci ha abbandonati"

I dispositivi di protezione individuali fornito con mesi di ritardo, test e tamponi che ancora oggi agli infermieri non sono mai arrivati. Lo sfogo degli operatori sanitari "mentre noi rischiamo la Regione tace".

Una catena di contagi che preoccupa. Un susseguirsi di morti che spezza il cuore. Nelle Residenze per Anziani della regione Toscana il coronavirus ha presso piede alla velocità della luce. Si è impossessato dei corpi deboli dei nonni, dove ha avuto la meglio, causando centinaia di decessi. Nessuno è riuscito a fermarlo. Qualcuno, forse, ha sbagliato qualcosa. Errori che sono costati la vita di molte, troppe persone e la sofferenza di famiglie che pur di fare qualcosa per salvaguardare la salute dei propri cari hanno accettato di farli morire lontano da loro.

Ma come è potuto succedere? “La maggior parte delle strutture hanno lasciato i propri medici e infermieri allo sbaraglio”, ci racconta Andrea, infermiere che da anni lavora all’interno di una casa di cura nel fiorentino, che ospita più di 50 anziani e dove oggi, i contagi sono arrivati a quota 15. Dai primi di marzo, quando l’emergenza sanitaria aveva già spinto il governo a prendere precauzioni per arrestare la corsa del Covid19, in Toscana il presidente della Regione, Enrico Rossi, sulla scia dei decreti del Presidente del Consiglio, aveva richiesto alle proprie strutture sanitarie di prendere le prime precauzioni. Si iniziava a parlare della distanza sociale, dei dispositivi di protezione individuale, di gel disinfettanti. Materiale che, però, scarseggiava. Alcune strutture non riuscivano a procurarsi i DPI, altre invece preferivano sottovalutare la questione.

“Quando io misi per la prima volta la mascherina, mi venne detto di toglierla, perché avrei soltanto creato panico tra i pazienti - ci racconta Andrea - ci hanno costretti a lavorare a rischio. Mettendo a repentaglio la vita di tanti anziani”. Eppure medici e infermieri hanno continuato a fare il proprio lavoro con amore e dedizione consapevoli che gli strumenti che avevano per proteggersi erano pochi, ma coscienti che i loro pazienti non potevano rimanere soli. “Da quando le case di cura sono state chiuse abbiamo fatto il possibile per stare vicino a queste persone. Mi creda - ci racconta Andrea - io ho vissuto il dramma di questa gente che non capiva neanche perché non potesse più vedere i propri figli. Gli ho dato il mio cellulare incartato in una pellicola pur di fargli sentire le loro voci. Perché neanche a questo nessuno ha pensato, al dolore che una situazione del genere poteva provocare e a novant’anni di dolore si muore”.

Quando i morti, in tutta Italia, sono iniziati ad aumentare chiunque avesse pensato di continuare a nascondere la pandemia sarebbe stato additato come un’incosciente, dunque tutte le strutture hanno pensato di mettere in atto le regole anti-contagio. Ma il problema era sempre lo stesso. Mancavano le risorse. “Quando abbiamo iniziato a lavorare accanto a pazienti Covid non sapevamo come gestire la situazione. Non avevamo abbastanza camici, copriscarpe, guanti, cuffie, per non parlare delle mascherine. Io sono stato costretto a indossare la stessa per giorni", ci spiega l'infermiere. Nelle Rsa le prime mascherine fornite dalla regione sono arrivate a fine marzo e non si trattava di FFP2, ne tantomeno di mascherine chirurgiche standard.

Foti di La Presse

“Molti malati con cui non ci troviamo a lavorare non tollerano la mascherina. Sono persone molto anziane, spesso con demenze importanti o problemi respiratori ed è molto difficile riuscire a fargli capire la gravità della situazione”, ci spiega al telefono Franca Conte presidente dell’ARAT (associazione residenze anziani toscana). In una situazione tanto delicata l’unico modo per proteggere gli anziani e gli operatori sanitari era quello di avere dispositivi all’altezza di filtrare il virus da ambe i lati. E invece, non c’è stato modo di avere i DPI. “Per un mese quasi, siamo state noi come strutture a farci carico, anche per quanto riguarda le spese, dell’acquisto dei dispositivi di protezione individuale, in un momento in cui era tutto esaurito, per non parlare dei costi che abbiamo dovuto sostenere”, continua Franca. Costi di cui, in un momento come questo, le strutture non hanno fatto un dramma. “Ci sono vite in ballo, non è certo il momento di pensare ai soldi”, ammette la presidente. La realtà però è che la Regione Toscana, tanto attenta nello stilare regole su regole tramite circolari e ordinanze ad hoc non si è preoccupata di fornire alle proprie strutture il necessario perché queste venissero rispettate.

Foto di La Presse

Una storia che si ripete come un film già visto se si parla di tamponi o dei più recenti test sierologici. “Noi abbiamo blindato tutte le strutture ancora prima che le istituzioni ce lo chiedessero, ovviamente se il virus è riuscito ad entrare è perché qualche operatore interno l’ha portato involontariamente e inconsapevolmente”, spiega ancora la Conte. Gli OSS avrebbero potuto essere positivi al coronavirus e andare a lavorare, perché purtroppo non sono stati sottoposti ai test per saperlo. “Ci sono alcune strutture di cui ci occupiamo che ancora non sono nemmeno state contattate per i test. Noi facciamo del nostro meglio, ma abbiamo le mani legate”, ammette ancora la Conte. Loro sicuramente sì, ma la Regione avrebbe potuto sveltire la pratica considerando che si è messa nella posizione di gestire tutto da sola proibendo persino che le cliniche private continuassero a svolgere i test a pagamento. Per il presidente Rossi questo significava fare soldi lucrando su una disgrazia e quindi i test dovevano essere svolti solo dall’azienda sanitaria pubblica. In un batti baleno i laboratori per le diagnosi si sono trovati ingolfati e incapaci di riuscire a metter in atto lo screening necessario per controllare la sicurezza di Rsa e Rsd in tutta la Toscana. Ora la Regione ha cambiato idea, ma intanto i morti nelle casa di cura hanno superato quota 150. “Sicuramente in questa situazione tragica se c’era qualcuno che poteva fare di più era la Regione. Doveva essere più celere sia per quanto riguarda test e tamponi che per i dispositivi di protezione. Abbiamo dovuto fare tutto da soli” ci dice Franca Conte. E in questo stato di abbandono istituzionale c’è chi è riuscito a cavarsela e chi invece è sprofondato. Costretto ad assistere alla sconfitta degli anziani in lotta contro il Covid19.

Franca al telefono ci tiene a precisarlo: “Noi nelle tante telefonate anche con il presidente Enrico Rossi ci siamo messi a completa disposizione. ‘Se c’è qualcosa da fare batta un colpo e noi la faremo’. Era questo il nostro atteggiamento.” E qualcuno questo colpo l’ha battuto presidente? “Eh…non ancora.”

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

SPADINO

Ven, 24/04/2020 - 16:23

NELLE PATRIE DEL COMUNISMO REALE COME TOSCANA ED EMILIA ROMAGNA LA MAGISTRATURA NON INDAGHERA' MAI

moichiodi

Ven, 24/04/2020 - 16:30

Dopo l Emilia la Toscana e la regione De Benedetti, il Lazio, ora di nuovo la Toscana. Continua il macabro confronto, sempre in esclusiva. Ma i morti del Trivulzio non risusciteranno.

Ritratto di filospinato

filospinato

Ven, 24/04/2020 - 16:37

E' questo il riconoscimento verso chi vi ha definiti eroi? Domani farete pace e brinderete alla liberazione assaporando un buon involtino primavera.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 24/04/2020 - 16:37

La procura non interviene qui, davanti a queste denunce?

Calmapiatta

Ven, 24/04/2020 - 16:41

Tutta la sx e la sua corte ha diretto la propria attenzione contro la Lombardia. Scopo: far vedere quanto sono cattivoni a dx. Ebbene, al netto delle chiare responsabilità della Regione, appare evidente che TUTTE le Regioni hanno condotto delle politiche, diciamo, poco avvedute nei confronti delle RSA che sono divenute covi di infezione (e morte). Non è questione di dx e sx ma di diffusa incapacità trasversale.

Ritratto di ConteRaffaelloMascetti

ConteRaffaelloM...

Ven, 24/04/2020 - 16:43

Trovo veramente penoso che questo giornale passi il tempo a cercare di screditare le regioni di sinistra per coprire il disastro di Fontana. In Toscana il numero di contagi e morti è enormemente inferiore alla Lombardia della strage del Trivulzio, Lombardia disastrata nella quale il governatore Fontana disse che il Covid era "poco più di una normale influenza". Poi scadere anche nel ridicolo più totale con titoli come "mesi di ritardo", visto che il Covid c'è da 1 mese...

alfonso cucitro

Ven, 24/04/2020 - 16:44

Sempre a sindacare l'operato degli avversari e mai guardare nel proprio orto. Questa è stata,è e sempre sarà la politica dei sinistroidi.

Beatlesforever

Ven, 24/04/2020 - 16:47

Spadino lo sappiamo... Purtroppo

glasnost

Ven, 24/04/2020 - 16:49

Amici miei, ma cosa credete? La Magistratura è "cosa loro" e non può intervenire contro se stessa.

Ritratto di Trinky

Trinky

Ven, 24/04/2020 - 16:49

Zitti, non si può parlare di quello che succede in certe regioni.... Infatti i soliti che continuano a spalare quella cosa contro Lombardia e Piemonte se ne guardano bene dal farlo, soprattutto i soliti noti che bazzicano da queste parti invocando l'intervento della CIA, del KGB, dell'Interpol e del Mossad.........

Rondo

Ven, 24/04/2020 - 16:50

Per me vale lo stesso discorso anche per la Toscana, ciò nonostante i recenti attacchi di odiatori vs altre regioni, ovvero i DPI per una situazione emergenziale competono alla Protezione Civile Nazionale. Abbiamo saputo che peraltro c'era una consapevolezza agli stretti alti vertici già da gennaio (piano segreto pandemico), infatti il sig. Conte é corso ai ripari per se da subito.

Nes

Ven, 24/04/2020 - 16:51

Gli intoccabili, per loro devono pagare solo i razzisti

manson

Ven, 24/04/2020 - 16:51

Ma basta con i piagnistei delle direzioni delle RSA! Hanno brutalmente strappato all'amore dei parenti gli anziani, hanno fatto quello che li è parso! nessuno ha imposto a nessuna rsa di prendere malati di covid, li hanno presi per il compenso. perchè nessuno si illuda le rsa non sono aperte per amore verso gli anziani ma solo per fare soldi e chi ci lavora spesso sono gente che non ce l'ha fatta a vincere concorsi di sanità pubblica o infermiere e operatori alle prime armi che vengono a fare pratica.

t.francesco

Ven, 24/04/2020 - 16:56

VORREI STTOPORRE UNA RIFLESSIONE. DELLA SITUAZIONE NELLE RSA CHI NE POTREBBE AVERNE UN VANTAGGIO?? LA POLITICA NON CREDO QUEI PAZIENTI NON VOTANO PIU', ANCHE LE CASE DI CURA SE VENGONO A MANCARE I RICOVERATI PERDONO SOLDI, PER I FAMILIARI NON E' UN GROSSO DISTURBO ANDARLI A TROVARE UNA VOLTA AL MESE SPECIALMENTE NEL PERIODO INVERNALE, CHI RIMANE? LO STATO. RISPARMIA DI PAGARE L'ACCOMPAGNAMENTO E SOPRATTUTTO LA PENSIONE (INPS). ERGO LA PROCURA DI MILANO CHI DOVREBBE INDAGARE????

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Ven, 24/04/2020 - 17:03

Ehilà esclusiva,senza cognomi...Se hanno avuto VERAMENTE problemi, basta recarsi in Procura e denunciare!! Altrimenti è un altro penoso tentativo di distogliere dai problemi, quelli si REALI, della lombardia

maurizio-macold

Ven, 24/04/2020 - 17:05

Signor LEONIDA55 (16:37), queste non sono denunce, sono solo il tentativo di fuorviare l'opinione pubblica sul disastro della sanita' lombarda.

agosvac

Ven, 24/04/2020 - 17:06

Sarebbe troppo facile criticare perché si tratta di una Regione rossa, ed invece quando si tratta di errori e di queste tragedie bisogna guardare la realtà faccia a faccia: tutti possono sbagliare per un motivo o per un altro, rossi, gialli, verdi o neri.

maurizio-macold

Ven, 24/04/2020 - 17:07

Signor SPADINO (16:23), la Toscana e l'Emilia Romagna non sono patria del comunismo, sono solo regioni dove la gente non si fa incantare da capitan Rabbit.

jaguar

Ven, 24/04/2020 - 17:09

Rossi era troppo impegnato ad abbracciare i cinesi.

ricciardi_massi...

Ven, 24/04/2020 - 17:11

Qui i fascicoli si aprono o no? E i 150 medici morti e 40 infermieri morti in tutta italia? I fascicoli si aprono o no?

Ritratto di manasse

manasse

Ven, 24/04/2020 - 17:11

i soliti buffoni rossi che a parole sono padreterni e nei fatti degli incapaci all'ennesima potenza (vedi conte e lo sgangherato governo che ci troviamo)

mzee3

Ven, 24/04/2020 - 17:14

E' partita la guerra alle RSA!! Questo è il sistema leghista per cercare di affondare l'Italia. Non c'è nulla da fare, l'errore del papeete si riverbera all'interno della lega e avvelena la nazione. Invece di lavorare per portare a casa il maggior beneficio avvelena i pozzi . MA NON ANDRETE AL GOVERNO NE' TANTOMENO FUORI DALL'eUROPA. Nessuno vi vuole. Altro che patrioti.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 24/04/2020 - 17:20

che differenza c'è tra fontana e zaia, e zingaretti rossi bonaccini? che i primi due hanno agito al piu presto, senza attendere le indicazioni del governo. i grulli comunisti invece se ne sono strafregati alla grande ! ah vi ricordate zingaretti al brindisi sui navigli a milano? disse: è poco piu di una normale influenza..... :-) continuate a criticare e insultare il centrodestra, mi raccomando, metteteci impegno, ci fate ridere....:-)

jaguar

Ven, 24/04/2020 - 17:24

maurizio-macold, esattamente ciò che fa il governo con la Lombardia, vuole distrarre gli italiani dal disastro causato in questi mesi di crisi.

Tizzy

Ven, 24/04/2020 - 17:25

Il pesce puzza sempre dalla testa..... E' questo governo che ha dato l' allarme tardi e senza avere un' idea ben precisa sul da farsi, un continuo di variazioni, nonostante tutte le varie e dispensiose "consulenze" e spesso addirittura INCOMPRENSIBILI!!!! La situazione è si complicata, ma si è anche dato la priorità a cose non prioritarie e si sta continuando a fare...

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Ven, 24/04/2020 - 17:32

Questa è un'accusa piuttosto grave: vedremo se la magistratura la riterrà "meritevole" dell'apertura di una indagine. Altrimenti Rossi. per tutelare la propria onorabilità, dovrà querelare. Tertium - un silenzio molto rumoroso - non datur.

Nick2

Ven, 24/04/2020 - 17:35

Siete di una tristezza disarmante. Finalmente, però la gente ha capito il valore dei leghisti in Lombardia. Il coronavirus sarà la tomba dei sovranisti!

Papilla47

Ven, 24/04/2020 - 17:36

Ora parlano degli addetti al turismo che perderanno molto e saranno costretti a licenziare e poi sarà il turno delle RSA. E già le RPA residenze per anziani che non hanno mai avuto nulla di sanitario nè di assistenziale, nate come funghi e gestite da privati, perderanno tutti gli ospiti per coronavirus o paura di infettarsi.

LucaLini

Ven, 24/04/2020 - 17:44

Già, le mascherine... Il ns Ministro degli Esteri ne ha mandato qualche tonnellata in Cina quando, ormai, l'epidemia loro era praticamente sotto controllo (i cinesi hanno anche usato "le cattive" per far rispettare il lockdown)e giusto un attimo prima che servissero a noi. Genio assoluto!

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Ven, 24/04/2020 - 17:54

Morti in TUTTE le RSA toscane oltre 150, morti nel solo Pio Albergo Trivulzio di Milano oltre 200 ... ma vederci una "sottile" differenza tra le due situazioni non dovrebbe essere una mera questione algebrica? Cioè, ma quanto può alterare la reale percezione delle cose la faziosità?

florio

Ven, 24/04/2020 - 18:00

mzee3, andiamo al voto poi ne riparliamo, paura eh. La parola al popolo, quel popolo che a voi piace tanto, peccato che al popolo sia negato il diritto di voto. Ma conosciamo la vostra democrazia, la urlate sempre ma solo quando fa comodo. Quanto ad avvelenare la nazione l'avete fatto voi sinistri abbondantemente, anche l'aria avete impestato, il tanfo rosso ha raggiunto il cielo!

glasnost

Ven, 24/04/2020 - 18:09

@Nick2: ma in che paese vive lei? La gente ha chiaro che i sx quando non hanno argomenti mettono in campo la "loro" magistratura. Ma questa cosa piace soltanto ai "vostri" la gente lo ha capito da tempo.

tiromancino

Ven, 24/04/2020 - 18:24

Ma se girava a gennaio il virus,nelle RSA sarà sicuramente entrato con i parenti,gli oss,osa e pure le badanti.I parenti più stretti potevano,io con mio padre,stare ore. Ricordiamo sempre la partita a Milano,vuoi che non ci fossero operatori delle RSA? Parenti?

jaguar

Ven, 24/04/2020 - 18:39

Nick2, per dire che la gente ha capito si deve tornare al voto, dopo potrai trarre le tue conclusioni.

rigampi1951

Ven, 24/04/2020 - 18:52

Emilia e Toscana , regioni dei kompagni è stato tutto nascosto, ma ora i nodi vengono al pettine, ma tanto nessun magistrato prenderà provvedimenti, la battaglia aperta è solo con la Lombardia e Fontana

Ma.at

Ven, 24/04/2020 - 18:54

Se guardate Rossi in faccia vi accorgerete ha la stessa ghigna gegli sgherri della Stasi (la polizia comunista che sparavano sui cittadini della Germania est) quindi non vedo come ci si potrebbe aspettare qualcosa di buono da una brutta copia di Stalin.

Gianx

Ven, 24/04/2020 - 18:55

bella ciao ciao ciao.....bernardo47 qualcosa da dire??

Gianx

Ven, 24/04/2020 - 18:58

@maurizio-macold si è i cani volano all'indietro....come dire che rai3 fa informazione seria e i soldi succhiati dal sud, sono guadagnati e ben spesi...sa che mi ha convinto? ahahahahah

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 24/04/2020 - 19:04

Chiamate RAI1 e che dicano come sono le cose.

lorenzovan

Ven, 24/04/2020 - 19:05

jaGUar ...tu chiami la meta' dei morti ..in una sola regione ..una distrazione del governo ??? ma cosa fumi ?? o data la tua eta'..cosa bevi ???

jaguar

Ven, 24/04/2020 - 19:50

lorenzovan, la Lombardia ha avuto più decessi perchè qui c'erano i focolai maggiori e perchè ha una densità abitativa molto elevata, specialmente in Lombardia occidentale. Riguardo il governo è stato colto impreparato come molti e non dimenticare che i primi a minimizzare sono stati quelli del PD, ti ricordi la caccia al razzista e gli aperitivi sui navigli milanesi? Saluti.