"Orsini? È come Fonzie...". Cuperlo stronca così il professore

Da Gianni Cuperlo un paragone tra il mitologico protagonista del telefilm americano più amato degli anni Settanta e il professor Orsini

"Orsini? È come Fonzie...". Cuperlo stronca così il professore

Ancora una presenza a Cartabianca per Alessandro Orsini che, come ha dichiarato la padrona di casa Bianca Berlinguer, potrà partecipare al programma fino a quando lo desidererà. Anche stavolta, probabilmente per i suoi impegni lavorativi nei teatri, il professore si è unito alla trasmissione in collegamento e non dallo studio, come invece è accaduto la scorsa settimana, quando il professore si è scontrato duramente con il parlamentare Andrea Ruggieri. Probabilmente in virtù di quanto accaduto durante la penultima puntata, viste le polemiche che ruotano attorno a Cartabianca, i toni sono stati molto più soft e non sono stati alzati eccessivamente i toni. L'unica nota di colore stavolta è stata solo una battuta di Gianni Cuperlo, che inizialmente Alessandro Orsini sembrava non aver colto come tale.

Tutto è nato da un appunto fatto da Andrea Scanzi al professore, che secondo lui è al momento incapace di fare un passo indietro nella sua visione del conflitto in Ucraina, nonostante l'evoluzione della guerra stia smentendo le sue teorie. In particolare, il giornalista de Il fatto quotidiano ha appuntato a Orsini il fatto che lui già da marzo diceva che per l'Ucraina questa era una guerra persa. Ma a distanza di mesi, i fatti sembrano dire il contrario e la resistenza ucraina, anche grazie alle armi occidentali, sta tenendo testa all'esercito russo che, invece, appare più in difficoltà di quanto non si potesse pensare all'inizio dell'invasione.

Alessandro Orsini ha rifiutato quanto esposto da Andrea Scanzi, sostenendo di credere ancora in quanto detto all'inizio del conflitto e che, quindi, non deve fare nessun passo indietro. In questo scambio di battute si è inserito Gianni Cuperlo, che ha deciso di smorzare un po' il clima con una battuta: "Il professor Orsini è come Fonzie che non era capace di dire 'scusa'. Il professor Orsini non potrà mai dire 'ho sbagliato', è impossibile il percorso". Dimostrando una certa dose di suscettibilità a una battuta che aveva strappato sorrisi in studio, Alessandro Orsini si è risentito per il paragone dell'altro ospite: "Cuperlo, non mi rivolge una gentilezza. Mi attribuisce malafede e io non sono una persona in malafede".

Pronto l'intervento di Bianca Berlinguer per tranquillizzare il professore, sottolineando che si trattava di una semplice battuta, e quello dello stesso Gianni Cuperlo che ci ha tenuto a specificare: "Non sia permaloso, è una battuta. Non può prendere il paragone con Fonzie come una cosa seria". Polemica spenta sul nascere, per la tranquillità di Bianca Berlinguer.

Commenti