Poliziotto sgrida 11enne, il padre del piccolo gli sfigura il volto

Un poliziotto è stato picchiato dal padre di un bambino che l'agente aveva rimproverato perché stava giocando con i petardi dentro le fioriere di un negozio di Sulmona

Poliziotto sgrida 11enne, il padre del piccolo gli sfigura il volto

Un poliziotto è stato violentemente picchiato dopo aver rimproverato un bambino di 11 anni che stava giocando con i petardi dentro le fioriere di un negozio di Sulmona.

L'agente era in borghese e non si è immediatamente qualificato ma ciò non giustifica l'aggressione del padre del bambino. Il poliziotto, colpi a calci e pugni, dovrà subire un intervento maxillofacciale e i medici gli hanno dato 40 giorni di prognosi. A divulgare la notizia e a esprimere piena solidarietà all'agente aggredito è Stefano Paoloni, segretario del Sap (Sindacato Autonomo di Polizia), che reguardisce il comportamento del padre dell'undicenne. "Un messaggio sbagliatissimo quello che è passato. Diseducativo per il bambino e irrispettoso nei confronti delle forze dell’ordine che, anche se libere dal servizio, rappresentano comunque l’Istituzione", dichiara Paoloni. Oggi, invece, a Milano, verso le 6 del mattino, hanno dato vita a una rissa tra due gambiani a causa della compravendita di un telefono cellulare. Nel mezzo, ovviamente, a rimetterci sono stati due agenti di polizia intervenuti per sedare gli animi.

Commenti