Quattro magrebini accerchiano e pestano ferroviere in stazione

In quattro hanno accerchiato un ferroviere dopo un diverbio per una sigaretta. La vittima dell'aggressione è finita in ospedale: prognosi di 7 giorni

Una storia che sempre più spesso si ripete. Proseguono le aggressioni contro il personale delle ferrovie che spesso deve fare i conti con diverbi e tensioni con passeggeri a bordo dei treni o nelle stazioni. Le aggressioni, soprattutto da parte di stranieri senza biglietto, contro i ferrovieri non si contano più. E a questo elenco va aggiunta quella che si è consumata alla stazione di Civitanova Marche. Un ferroviere ha infatti sorpreso un gruppo di quattro magrebini a fumare all'interno della sala d'aspetto della stazione. Il ferroviere ha richiamato i quattro chiedendo di spegnere la sigaretta. Ma la reazione del gruppo di stranieri non si è fatta attendere.

E così i quattro magrebini hanno prima accerchiato il ferroviere, poi lo hanno colpito a calci e pugni e lo hanno derubato del borsello. All'interno della piccola borsa c'erano alcune centinaia di euro e un tablet. Dopo aver picchiato l'uomo e dopo averlo derubato, i 4 aggressori sono fuggiti via a piedi. Il ferroviere ha immediatamente dato l'allarme e così sono scattate immediatamente le ricerche da parte delle forze dell'ordine. Uno degli aggressori così è stato subito rintracciato a pochi passi dalla stazione. Si tratta di un marocchino di 42 anni, trovato in possesso di 350 euro rapinati al ferroviere. Il nordafricano, pregiudicato per spaccio di stupefacenti, minacce, lesioni, furto, rapina e resistenza a pubblico ufficiale, è stato trasferito nel carcere di Fermo. Proseguono le indagini per individuare gli altri aggressori. Il ferroviere è stato medicato in ospedale e dimesso con una prognosi di sette giorni. Ancora una volta un ferroviere viene messo nel mirino da un gruppo di stranieri. Negli ultimi mesi episodi del genere si sono verificati in diverse stazioni da nord a sud. Ma a rischiare di più sono i controllori che devono verificare la regolarità dei titoli di viaggio. Molto spesso devono fare i conti con gli insulti e con le offese che arrivano da chi viaggia e ignora ogni regola...

Commenti

scaruglia

Ven, 03/01/2020 - 22:58

Bisogna togliere le nullita' e le persone inutili: marocchini e abitanti del magreb in generale. tutta gente nullafacente che vive di espedienti per non dire di spaccio....non devono stare in Italia....rimpatrio e farne entrare in meno possibile

cgf

Ven, 03/01/2020 - 23:27

PER LEGGE DELLO STATO, scritto chiaramente e senza riferimento alcuno a nessun'altra Legge, con un comma in cui è detto chiaramente che è prevalente su altre che eventualmente in conflitto, così nessun giudice possa interpretarla, qualsiasi aggressione DEVE far decadere e/o revocare qualunque permesso, compresa la cittadinanza, compreso quelli ottenuti per motivi umanitari. Non esiste ragione al mondo perché si debba aggredire a quel modo le persone che fanno coscientemente il proprio lavoro.

Adespota

Ven, 03/01/2020 - 23:37

Esiste un Paese virtuale e virtuoso, molto legato al passato, in cui vive il nostro Presidente e poi esiste anche quello reale, in cui fare una semplice osservazione ad incivili può costarti molto caro.

Romalupacchiotto

Ven, 03/01/2020 - 23:48

Gente che cerca rogna nel nostro paese, hanno subito messo in atto la sfida verso gli italiani ,tra l'altro con la compiacenza di chi dovrebbe applicare pene severissime per evitare di reiterare i fatti. Ma tutto scorre a tarallucci e vino perchè sanno che saranno impuniti , ed è il povero ferroviere che ci ha rimesso aggredito, ricoverato solo per aver fatto il suo dovere??? Signori giudici andateci voi tutti i giorni in trincea forse capirete qualcosa di piu' chiaro.

Ritratto di pulicit

pulicit

Sab, 04/01/2020 - 00:01

Purtroppo viviamo in Italia e dobbiamo ringraziare i nostri vergognosi politici che lo hanno permesso questo degrado. Regards

Ritratto di Soloistic69

Soloistic69

Sab, 04/01/2020 - 01:06

Grazie PD e 5 STALLE!

Ritratto di tox-23

tox-23

Sab, 04/01/2020 - 03:18

Affascinante, questi vengono accolti e vivono a spese della comunità, pestano ferrovieri, arrestati con buone probabilità di essere rilasciati il giorno dopo e consapevoli dunque di avere una sorta di immunità. Ma questo è il paese della cuccagna, il terrorismo non attecchirà mai qui, chi distruggerebbe un paradiso come questo?

aldoroma

Sab, 04/01/2020 - 07:04

Sempre le famose risorse della sinistra e dei buonisti

routier

Sab, 04/01/2020 - 07:21

Ennesimo episodio che dimostra ancora una volta che un Paese multietnico e multirazziale è un completo fallimento sociale. Seri studi fatti da prestigiose università americane dimostrano che quando la popolazione straniera supera il 3% degli autoctoni allora si instaurano inevitabili disordini e tensioni sociali. In Italia gli stranieri superano l'8% della popolazione locale pertanto dobbiamo aspettarci di peggio.

Tommaso_ve

Sab, 04/01/2020 - 08:41

Perché non stiliamo una lista e vediamo a fine anno a che numero arriviamo?

Ritratto di rapax

rapax

Sab, 04/01/2020 - 09:20

La questione maghreb e' grave, come caterve di cittadini spesso delinquenti di questi paesi canaglia ma stabilizzati e con rappresentanze diplomatiche stabili possano venire e soggiornare stabilmente illegalmente e commettere frequenti reati senza che dall'Italia ci sia almeno una costante e copiosa politica di rimpatrio e siamo a due passi, e' incredibile, urge una stretta e un controllo in entrata ed uscita da quei paesacci

Gion49

Sab, 04/01/2020 - 09:22

Un grazie all'accoppiata pro-clandestini PD-M5S.

maxxena

Sab, 04/01/2020 - 09:34

E' il solito discorso di "casta". Sarebbe sufficiente che i magistrati (anche scortati, perchè no) dovessero utilizzare i mezzi pubblici tutti i giorni. Una casta di privilegiati non può amministrare la legge per chi vive nel mondo reale. La nostra ormai è una oligarchia a tutti gli effetti.

Ritratto di giangol

giangol

Sab, 04/01/2020 - 09:36

Tutte le risorse del PD devono poter essere liberi di pagarci la pensione. Il ferroviere sia arrestato per razzismo

Trinky

Sab, 04/01/2020 - 09:38

Adesso troverà un magistrato che sentenzierà così: il ferroviere doveva farsi gli affari suoi e non rompere le scatole a degli onesti cittadini che non stavano facendo niente di male, di conseguenza i soldi che si sono presi sono solo il giusto risarcimento per essere stati importunati da questo energumeno in divisa.....

michettone

Sab, 04/01/2020 - 09:46

..eppure esistono ancora personaggi Italiani, che votano quelli che hanno permesso e permettono di sbarcare in questo Paese! Quelli che permettono gli arrivi dal nord-Africa, così come quelli che hanno permesso gli arrivi dall'est, vanno puniti: NESSUNO DI LORO DEVE OTTENERE UNO CHE SIA UNO VOTO! Non possono pontificare impunemente! SI VADA TUTTI A VOTARE E MAI PER I POLITICI CHE NON SALVAGUARDANO L'ITALIA E GLI ITALIANI IN PRIMIS.

claudioarmc

Sab, 04/01/2020 - 10:22

Stavano andando di corsa a pagarci i contributi come ci ha insegnato Tito Boeri

routier

Sab, 04/01/2020 - 10:58

Stupisce come cittadini solitamente normodotati di intelligenza possano ancora votare i partiti filo/immigrazione islamo-nero-magrebina. E' ben vero che la libertà di scelta è intoccabile ma a tutto c'è un limite!

anita_mueller

Sab, 04/01/2020 - 11:00

La foto che avete pubblicato però è di una fermata della metro di Monaco di Baviera e non in Italia.

killkoms

Sab, 04/01/2020 - 12:28

Meno male che,secondo la credenza popolare,i ferrovieri sarebbero tutti co mu ni sti !

carpa1

Sab, 04/01/2020 - 16:15

Ci sarebbe da chiedersi dove sono tutti i sinistri che di solito commentano qui utilizzando il loro senso della misura, la loro umanità, il loro rispetto di leggi nazionali ed internazionali, il loro buon senso e così via. Domanda retorica: sono tutti a farsi seghe mentali commentando l'eliminazione preventiva di un terrorista e non hanno pertanto tempo da perdere con i fatti "reali" di casa nostra.