Rieti, muore in un incendio la notte di Capodanno

È morto in un incendio divampato nella sua abitazione di Montopoli di Sabina, in provincia di Rieti, un disabile di 54 anni con problemi di deambulazione

La notte di San Silvestro un uomo disabile ha perso la vita in un incendio avvenuto nell'abitazione di Montopoli di Sabina, in provincia di Rieti, in cui era residente.

Si tratta di L. V., un 54enne con problemi di deambulazione, nato a Roma e residente in via Fontanelle a Montopoli di Sabina, dove è successo il fatto. In precedenza l'uomo aveva lavorato come venditore ambulante di libri, alcuni dei quali aveva già letto lui stesso. Pare però che la sua disabilità lo trattenesse in casa ormai da diversi anni. Proprio vista la sua grave difficoltà nel camminare, un'ipotesi verosimile potrebbe essere che l'uomo non sia riuscito a scappare dalla casa in cui risiedeva dopo che era partito l'incendio.

A fare la macabra scoperta della casa in fiamme è stata la convivente dell'uomo, rientrata dopo aver lavorato la notte di Capodanno. Sembra che l'uomo sia stato sentito per telefono intorno alle 2 di notte e che a quell'ora andasse tutto bene. La donna è tornata poi a casa intorno alle 5.15, trovandosi davanti il terribile e inaspettato spettacolo dell'incendio della casa. Immediatamente avrebbe avvertito i carabinieri e il 118. Sul posto sono prontamente intervenuti i carabinieri della Compagnia di Poggio Mirteto, i vigili del fuoco di Rieti e Poggio Mirteto, e il 118.

La casa è isolata, si troverebbe in mezzo alla campagna, non c'erano dunque vicini che potessero dare l'allarme. Sembra ci sia soltanto una casa poco distante, che però sarebbe disabitata. L'abitazione avvolta dalle fiamme è stata completamente distrutta, ne restano soltanto le pareti.

Si ipotizza comunque che il fuoco sia partito per cause accidentali, magari per un cortocircuito o per una sigaretta accesa. Nei prossimi giorni i carabinieri provvederanno ad effettuare tutti i dovuti accertamenti. Sarà necessario un sopralluogo sul posto e si dovrà capire da dove è partito l'incendio ed esattamente in che modo.

L'area in cui è avvenuto l'incendio dovrà essere bonificata. Sembra infatti che l'abitazione avesse un tetto in eternit, un elemento comunque da verificare, considerato che all'arrivo dei soccorsi il tetto pare fosse stato già divorato dalle fiamme. L'Arpa (Azienda Regionale per la Protezione Ambientale) Lazio dovrà comunque provvedere a fare degli accertamenti sul terreno per verificare se ci sia un eventuale inquinamento.

Il corpo dell'uomo è stato portato all'obitorio dell'Ospedale San Camillo De Lellis di Rieti, a disposizione dell'autorità giudiziaria, e sarà quest'ultima a decidere se effettuare o meno l'autopsia. Il corpo ritrovato pare sia carbonizzato.

Non sono mancate le condoglianze da parte del Comune di Montopoli di Sabina: "All’alba di oggi, primo gennaio 2020, si è appresa l’infausta notizia della morte di un nostro concittadino, in drammatiche circostanze per le quali sono in corso accertamenti giudiziari. L'Amministrazione Comunale di Montopoli di Sabina si stringe intorno ai familiari e ne condivide il cordoglio".

In segno di rispetto è stato anche sospeso il concerto della banda musicale di Montopoli di Sabina previsto il primo gennaio a mezzogiorno.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.